Centocelle. Di Biase (PD):“Ennesimo rogo in ‘sfasciacarrozze’. Lo stop M5S al piano di delocalizzazione una calamità”


“Nell’ambito del Parco di Centocelle ieri un nuovo un incendio in uno sfasciacarrozze ha creato allarme tra i cittadini e i residenti. E’ il quinto episodio di questo tipo nel giro di un mese e mezzo. E’ una catastrofe ambientale inaccettabile. Non a caso quest’area, peraltro di grande pregio archeologico, è stata ribattezzata come la Terra dei Fuochi capitolina. I fumi tossici che si sprigionano da questi roghi ormai all’ordine del giorno, oltre a causare i feriti come accaduto ieri, hanno ripercussioni gravi sulla salute dei cittadini e dell’ ambientali circostante.

Il sindaco dovrebbe ben sapere che la salute dei cittadini viene prima di tutto e proprio per questo non dovrebbe essere oggetto di proroghe come quella emanata recentemente dalla giunta capitolina. Prolungare l’attività e l’attuale collocazione degli autodemolitori, come ha fatto la giunta Raggi, significa esporre i cittadini al perdurare di rischi per la loro integrità fisica.

Da mesi attendiamo di conoscere il nuovo piano di localizzazione degli autodemolitori del Campidoglio. Dopo lo stop della maggioranza M5S alla delibera 181 del 2014 varata dall’ex giunta di centrosinistra che consisteva nello sblocco di alcune aree già individuate e in un accordo con i demolitori in un anno solo rinvii e mozioni ma nessun atto concreto della giunta.

La delocalizzazione degli autodemolitori a ridosso tessuto urbano di Centocelle ma anche di altri quadranti cittadini , come Tor di Quinto, Primavalle e Pietralata ecc. è sempre più urgente e non più rinviabile. L’immobilismo a cinque stelle non può diventare una calamità per i romani “

Così in una nota la capogruppo del PD capitolino Michela Di Biase.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here