“Scuole aperte”: al via 49 progetti durante il periodo estivo

“Scuole aperte”: al via 49 progetti per l'offerta formativa durante il periodo estivo

Contrastare la dispersione scolastica e valorizzare gli istituti come presidi sul territorio, coniugando l’esigenza di tener impegnati i ragazzi durante l’estate con un’offerta educativa di qualità. Con questo obiettivo l’assessora alla Persona, Scuola e Comunità Solidale Laura Baldassarre ha emanato una direttiva che ha avviato il progetto ‘Estate 2017: Scuole aperte’, affinché gli istituti eroghino offerta formativa anche durante l’estate.

Sono stati accolti i progetti proposti da 49 scuole tra scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado. La partecipazione è aperta anche agli alunni che, nel corso dell’anno scolastico, non hanno frequentato gli istituti coinvolti nell’iniziativa. Il budget a disposizione dell’Amministrazione capitolina ammonta a 300mila euro, interamente a carico del Fondo Nazionale istituito dalla legge n.285 del 1997. Per ogni singolo progetto è stato previsto un tetto di 5.500 euro.

A conclusione di ciascun iniziativa verrà presentata una scheda di autovalutazione finale in cui saranno raccolte le indicazioni sul raggiungimento o meno dei target, sulle risorse impiegate e sulle eventuali difficoltà riscontrate. I progetti attivati coinvolgono gran parte del territorio capitolino e abbracciano un ampio e variegato ventaglio di attività: sport, lingue straniere, musica e danza, riciclo dei materiali e sostenibilità ambientale, teatro, disegno e pittura, organizzazione delle biblioteche, etc.

Il nostro obiettivo è garantire alle famiglie un’offerta che si estenda oltre l’orario scolastico curriculare. Vogliamo quindi proporre iniziative che garantiscano, sistematicamente, l’accesso anche in estate e durante il pomeriggio. Partirà una rete permanente con tutte le realtà coinvolte e organizzeremo uno specifico seminario annuale. La nostra politica si fonda sul raggiungimento di risultati con precise scadenze e che siano sempre misurabili”, spiega Laura Baldassarre.

Il ruolo della scuola nella comunità deve ampliarsi, all’insegna della qualità e della programmazione. Vogliamo garantire ai cittadini strutture multifunzionali che diventino un riferimento nell’arco di tutta la giornata, soprattutto in periferia. In quest’ottica si inserisce anche la pubblicazione, avvenuta pochi giorni fa, del catalogo con i progetti per integrare l’offerta scolastica. La nostra è un’azione di sistema che consoliderà la scuola come asse portante della società”, conclude l’Assessora.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here