Portofino dice no ai migranti: “Non ci sono case libere”. E la Prefettura si rivolge ai privati


La città ligure si aggiunge alle altre 23 amministrazioni della Regione che si sono rifiutate di ospitare i profughi. La Prefettura decide di rivolgersi ai privati che possono mettere a disposizione strutture da dare in gestione alle cooperative. Il sindaco dà la colpa al turismo: “Non abbiamo mai alloggi liberi”.
Continua a leggere

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here