Claude François de Malet e il tentativo di colpo di Stato contro Napoleone il 23 ottobre 1812

Foto europinione

Nato il 28 giugno 1754 a Dole, Claude François de Malet iniziò la carriera militare a 17 anni e dopo essersi detto a favore della Rivoluzione si mostrò in netto disaccordo con l’Impero e quando fu chiamato a governare a Pavia e Roma fu cacciato a causa della sua propaganda repubblicana. Nel 1808 fu arrestato e poi internato in ospedale e proprio tra quelle mura progettò il colpo di Stato che avrebbe attuato qualche anno dopo.

Era la notte del 23 ottobre 1812 quando, riuscito a fuggire da chi avrebbe dovuto sorvergliarlo, si presentò alla prigione della Force vestito da generale di brigata e liberò i generali Lahorie e Guidal, annunciando inoltre la scomparsa di Napoleone avvenuta poche settimane prima a Mosca. Il suo colpo di Stato, tuttavia, non si realizzò perché fu riconosciuto e nuovamente arrestato.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here