La firma del Trattato di Campoformio il 17 ottobre 1797

Era il 17 ottobre 1797 quando il generale Napoleone, comandante dell’Armata d’iItalia, incontrò il conte Johann Ludwig Josef von Cobenzi, rappresentante austriaco, per la firma del Trattato di Campoformio, che confermò quanto stabilito tra Francia e Austria nei preliminari di Leoben di aprile.

Con questo accordo fu segnata la fine della Repubblica di Venezia, ceduta, insieme al Veneto, l’Istria e la Dalmazia, all’Austria, mentre la Francia ottenne il Belgio e la Lombardia.

Istantanea la protesta dei patrioti italiani, proprio come palesato da Ugo Foscolo ne “Le ultime lettere di Jacopo Ortis”:

“Il sacrificio della patria nostra è consumato: tutto è perduto; e la vita, seppure ne verrà concessa, non ci resterà che per piangere le nostre sciagure, e la nostra infamia. Il mio nome è nella lista di proscrizione, lo so: ma vuoi tu ch’io per salvarmi da chi m’opprime mi commetta a chi mi ha tradito?”.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here