La Lazio dilaga e ne fa sei al Sassuolo: all’Olimpico è dominio biancoceleste

La Lazio soffre, finisce in svantaggio e poi riacciuffa il risultato nel recupero del primo tempo. Al rientro l'assedio e la vittoria straripante

Partita dal doppio volto all’Olimpico: nel primo tempo una Lazio imprecisa e in difficoltà finisce in svantaggio a causa di un rigore assegnato da Maresca e realizzato da Berardi. Poi nel recupero il gol di Luis Alberto che ha riaperto i giochi e che ha dato il via all’assedio biancoceleste. Venti minuti per ribaltare il risultato e fare sei gol a un Sassuolo che con lo scorrere del tempo si è disunito.

I padroni di casa partono subito all’attacco e si riversa nella metà campo del Sassuolo, ma con il passare dei minuti la fase di impostazione perde imprevedibilità e gli errori aumentano, anche a causa di un avversario ben messo in campo, che non lascia spazi e che piano piano si fa vedere anche in fase offensiva. Il primo campanello d’allarme suona al 15′ quando i neroverdi partono in contropiede, Lirola serve un pallone arretrato a Sensi e quest’ultimo calcia a botta sicura, ma senza inquadrare lo specchio della porta. Le ripartenze degli ospiti creano qualche difficoltà e infatti è proprio da una di queste che al 26′ Matri si trova a tu per tu con De Vrij che lo atterra in area: per Maresca nessun dubbio, è calcio di rigore. E dal dischetto Berardi non sbaglia. Palla da una parte e portiere dall’altra. Gli uomini di Bucchi vanno anche vicino al raddoppio con il proprio numero 25, ma la conclusione non trae in inganno Strakosha, pronto a bloccare un pallone semplice. La difficoltà della Lazio è evidente, non riesce a far girare il pallone e subisce l’iniziativa avversaria, ma i colpi non le mancano e al 36′ è Immobile a sbagliare l’occasione del pareggio con un colpo di testa che finisce sopra la traversa. Pochi minuti dopo è capitan Lulic, tutto solo, a divorarsi il gol impattando male il pallone all’altezza del dischetto di rigore. È solo questione di minuti però visto che in pieno recupero è Luis Alberto a far esplodere lo stadio Olimpico con una splendida pennelleta da calcio piazzato.

Grinta e determinazione sono gli ingredienti messi in campo dalla Lazio nel secondo tempo per cercare di segnare il gol del vantaggio. I biancocelesti macinano gioco e occasioni e chiamano in causa Consigli prima con Marusic, che in due occasioni fa fare il miracolo portiere avversario, poi con Parolo e Immobile. Ma sugli sviluppi di un calcio d’angolo il Sassuolo non può nulla sul colpo di testa di De Vrij, che sigla così il gol che completa la rimonta. L’assedio però non finisce, gli uomini di Inzaghi non arretrano di un centimetro e dopo 3′, al 59′, Luis Alberto, dopo l’intervento di Consigli su Immobile, smarca il portiere e un difensore e segna la doppietta personale. La Lazio gestisce e attacca e al 64′ cala anche il poker con Parolo che arriva per primo sul pallone tirato da Lulic e ribattutto da Adjapong. Proprio Parolo, dopo una serie di conclusioni ribattute, mette a segno anche il gol del 5-1 che chiude definitivamente una partita tutt’altro che semplice nel primo tempo. Domenica lunghissima per il Sassuolo che nel finale non ha più niente da chiedere a una gara che sembrava offrire altre prospettive. In campo c’è solo una squadra e un giocatore che scalpita per entrare nel tabellino dei marcatori. Ciro Immobile aspetta la sua occasione e all’82’ realizza il rigore che lui stesso conquista subendo fallo. 6-1 per una Lazio straripante.

Formazioni ufficiali e tabellino della gara

Serie A TIM, 7^ Giornata

Domenica  1 ottobre 2017, ore 15:00

Stadio Olimpico di Roma

Lazio-Sassuolo 6-1

Marcatori: 27′ rig. Berardi (S), 45’+1′, 58′ Luis Alberto (L), 56′ de Vrij (L), 64′, 69′ Parolo (L), 81′ rig. Immobile (L)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric, de Vrij (67′ Luiz Felipe), Radu (86′ Mauricio); Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic; Luis Alberto (72′ Nani); Immobile.  A disp. Vargic, Guerrieri, Lukaku, Di Gennaro, Murgia, Jordao, Palombi, Caicedo.  All. Simone Inzaghi

SASSUOLO (3-5-2): Consigli, Letschert [21′ Peluso (43′ Mazzitelli)], Cannavaro, Acerbi; Lirola, Missiroli (59′ Politano), Sensi, Duncan, Adjapong; Berardi, Matri. A disp. Pegolo, Marson, Gazzola, Rogerio, Biondini, Cassata, Falcinelli, Scamacca, Ragusa. All. Cristian Bucchi

ARBITRO: Meresca (sez. Napoli).
Ass: Bindoni-Prenna.
IV: Sacchi. VAR: Guida.
AVAR: Saia

Ammonizioni: 24′ Berardi (S), 26′ de Vrij (L), 32′ Adjapong (S), 45′ Sensi (S), 53′ Immobile (L)

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here