La Lazio nel segno di Immobile: contro la Juve doppietta che vale la vittoria

Lazio che finisce in svantaggio e che si rimette in piedi nel secondo tempo. Otto minuti di fuoco che portano Immobile a segnare una doppietta decisiva per la vittoria biancoceleste

Subito una gara di livello per la Lazio, che al rientro dalla sosta si trova a sfidare la Juventus, la regina della Serie A negli ultimi sei anni.

I padroni di casa vogliono vendicare la sconfitta subita in Supercoppa e ripartire con i tre punti dopo lo stop contro l’Atalanta, ma la gara nei primi minuti è contratta e c’è confusione in mezzo al campo, merito anche di una Lazio ben coperta che impedisce alla Juve di avviare azioni per vie centrali. Solo dopo il primo quarto d’ora i bianconeri povano ad alzare il baricentro per pressare di più gli avversari e far ripartire la manovra con più velocità e proprio questo porta i biancocelesti a soffrire di più, nonostante l’assenza di occasioni da gol subite. Alla prima disattenzione, però, Asamoah serve bene Khedira che tira e trova la respinta di Strakosha, che non può nulla sulla ribattuta di Douglas Costa. Anche il VAR conferma la decisione arbitrale di concedere il gol. Da questo momento più Juve che Lazio. I campioni d’Italia per ben due volte fanno tremare i biancocelesti, prima con Khedira che tira dalla distanza e si vede negare il gol da uno Strakosha pronto a rifugiarsi in calcio d’angolo; poi con Higuain che pressa bene il portiere avversario, sciocco nel ritardare il rinvio, e colpisce la traversa con la sua deviazione.

Nessun cambio al rientro sul rettangolo di gioco. Da una parte una Juve forte dell’1-0 e della spensieratezza derivante dal vantagio che le ha permesso di gestire bene il gioco, dall’altra una Lazio che deve cambiare marcia per riaprire la partita. E gli uomini di Inzaghi impiegano appena 1′ per siglare il gol del pareggio con il solito Ciro Immobile che chiude alla perfezione una bella ripartenza della squadra e batte così Buffon. I bianconeri cercano la reazione immediata con Higuain che si ritrova a tu per tu con Strakosha e spreca un’ottima occasione, ma i biancocelesti ora tengono il pallino del gioco e ancora una volta si mostrano letali in ripartenza visto che Immobile guadagna anche un calcio di rigore dopo essere stato steso da Buffon in area di rigore. E dagli 11 metri la punta non sbaglia e infligge un 1-2 che ammutolisce l’Allianz Stadium. Gli uomini di Allegri vanno avanti di rabbia, ma la Lazio non concede spazi, è ben messa in campo e finisce con l’annullare Chiellini e compagni. Solo Dybala, estraneo dal gioco, nel finale fa tremare gli avversari con un tiro potente che colpisce in pieno il palo. E Caicedo, invece, grazia i bianconeri sbagliando il gol del 3-1 a tu per tu con Buffon. Ma proprio all’ultimo secondo è il VAR a concedere un calcio di rigore alla Juve sul quale si piazza Dybala: il numero 10 argentino, però, fallisce e alla fine sono le aquile a festegiare a Torino.

Formazioni ufficiali e tabellino della gara

Serie A TIM, 8^ Giornata

Sabato 14 ottobre 2017, ore 18:00

Allianz Stadium di Torino

Juventus-Lazio 1-2

Marcatori: 25′ Douglas Costa (J), 47′, 54′ rig. Immobile (L)

JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Lichtsteiner (73′ Sturaro), Barzagli, Chiellini, Asamoah; Khedira (64′ Dybala), Bentancur, Matuidi; Douglas Costa (55′ Bernardeschi), Higuain, Mandzukic.  A disp. Szczesny, Pinsoglio, Benatia, Barzagli, Asamoah, Cuadrado.  All. Massimiliano Allegri

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos, de Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic (84’Patric); Luis Alberto (72′ Nani), Immobile (75′ Caicedo).  A disp. Vargic, Guerrieri, Luiz Felipe, Mauricio, Murgia, Di Gennaro, Jordao.  All. Simone Inzaghi

ARBITRO: Mazzoleni (sez. Bergamo) Ass: Manganelli-Preti. IV: Giacomelli. VAR: Fabbri. AVAR: Aureliano

NOTE. Ammoniti: 53′ Buffon (J), 93′ Sturaro (J), 94′ Patric (L)

 

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here