Luigi XIV e la firma dell’editto di Fontainebleau il 18 ottobre 1685

Il 18 ottobre 1685 Luigi XIV firmò l’editto di Fontainebleau con il quale revocò il precedente editto di Nantes grazie al quale i protestanti si videro concessa la libertà di culto.

Sin dall’inizio del suo regno Luigi XIV mostrò diffidenza nei confronti dei sudditi ugonotti e proprio per questo l’unica via possibile, con il passare degli anni, divenne quella della riaffermazione del cattolicesimo come unica religione consentita. Ecco allora che furono emessi diversi decreti reali che imponevano divieti ai protestanti, tanto in ambito religioso quanto in ambito politico. Si arrivò, infine, all’annullamento dell’editto di Nantes.

Social

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here