La Lazio vince a Torino e allunga sull’Inter. Decide Milinkovic-Savic

Tre punti per tenere il passo con la Roma, tre punti per allungare sull’Inter, sconfitta ieri nel finale nella partita ricca di polemiche contro la Juve. La Lazio non può sbagliare contro il Torino e lo sanno bene mister Inzaghi e giocatori, concentrati in queste ultime partite e vogliosi di raggiungere un traguardo chiamato Champions League.

Nel primo quarto d’oro di gara le due squadre si prendono le misure e creano anche qualche occasione: Murgia si ritrova a tu per tu con Sirigu prima che scatti il minuto di gioco, poi il Torino si rende pericoloso con Ljajic e De Silvestri, ma la notizia principale è, purtroppo per i laziali, l’infortunio di Immobie, che arresta la propria corsa proprio mentre cerca di raggiungere il pallone nella trequarti campo avversaria e chiama un cambio che fa preoccupare la panchina (rischio stiramento e chiusura anticipata della stagione). Da qui sembra tutto in salita per la formazione capitolina, ora orfana del proprio bomber. Ma a prenderla per mano ci pensa Milinkovic-Savic che al 21′ conquista un calcio di rigore grazie all’intervento scomposto di N’Koulou. Dal dischetto va Luis Alberto, ma il portiere granata para con facilità un tiro tutt’altro che irresistibile e mantiene la porta inviolata. Proprio Sirigu si ripeterà nel finale del primo tempo sul tiro del serbo.

Nella ripresa è di nuovo la Lazio ad avere la prima occasione da gol con Leiva e anche in questo caso il Torino può contare sulle spalle larghe del proprio portiere. Ma il risultato è destinato a cambiare sul calcio d’angolo concesso all’11’. Luis Alberto dalla bandierina trova Milinkovic-Savic che salta più in alto di tutti e sblocca la partita. I padroni di casa cercano una reazione immediata, Mazzarri schiera una squadra offensiva inserendo ben quattro punte contemporaneamente, ma rischia più volte di subire il gol del raddoppio: in due occasioni è Caicedo a cercare il gol personale, prima con un pallonetto fuori misura e poi con un rasoterra deviato con i piedi da Sirigu; poi è di nuovo Milinkovic-Savic a sfiorare la doppietta personale dopo un bel dialogo con Leiva. Al termine dei minuti di recupero il risultato non cambia: la Lazio conquista tre punti d’oro in chiave Champions, aggancia la Roma e stacca di quattro punti l’Inter, che sarà l’ultima avversaria della stagione.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here