Urbact premia Roma Capitale, modello di rigenerazione urbana e good practice city

Vincente il progetto “Rural” presentato da Roma Capitale nell’ambito del Programma “Urbact”, promosso dalla Cooperazione territoriale europea per uno sviluppo urbano sostenibile e integrato.

Già titolare del “Progetto Sidigmed – Orti Urbani”, la nostra città si è aggiudicata un ulteriore finanziamento europeo per trasferire le proprie strategie ambientali e di rigenerazione urbana nella città spagnola di Coruña e nella capitale lituana Vilnius.

Il progetto vincente – selezionato insieme ad altri 24 tra quelli presentati da altre 43 città europee – propone il trasferimento all’estero delle attività sviluppate durante il triennio 2014-2016 nei Municipi II, IV e IX: spazi verdi ricavati su terreni incolti, abbandonati o confiscati alla mafia, in cui soggetti fragili, Associazioni e semplici cittadini gestiscono insieme pratiche ortali. Difesa ecologica, valorizzazione territoriale e utilizzo dei beni comuni diventano, in tal modo, elementi di resilienza, inclusione e aggregazione sociale, a tutto vantaggio dell’identità collettiva urbana.

Altro aspetto edificante, la destinazione finale dei prodotti coltivati, che potrà essere riservata all’autoconsumo e ad Associazioni dedite alla cura dei bisognosi.

«Roma diventa un modello di rigenerazione urbana e good practice city nel contesto europeo. Il riconoscimento di Urbact conferma la validità delle nostre buone pratiche ambientali e dei percorsi di riqualificazione integrata, attuati in favore del rilancio di centri e periferie urbane. Il tutto, attraverso modelli partecipativi di confronto fra cittadini e istituzioni, inclusione sociale, lotta ai cambiamenti climatici e sviluppo del territorio. La partecipazione al Programma Urbact è un’ottima vetrina per la promozione di Roma Capitale in qualità di “resilient urban agriculture city”», dichiara la sindaca di Roma Capitale Virginia Raggi.

«Le nostre buone pratiche ambientali e di innovazione urbana hanno riscosso successo, tanto da inaugurare un percorso stimolante di condivisione e confronto, consentendoci di ottimizzare la nostra esperienza in diversi contesti geografici e socio-culturali», dichiara Adriano Meloni, assessore allo Sviluppo economico, Turismo e Lavoro di Roma Capitale.

«Questo riconoscimento non rappresenta solo una vittoria per Roma, ma attesta l’importanza di un fenomeno sempre più diffuso, l’agricoltura urbana. Come Amministrazione abbiamo iniziato un percorso partecipato con le associazioni del settore per condividere il nuovo Regolamento degli orti urbani, che abbiamo già redatto e che approveremo a breve. Nell’ambito dei progetti del programma ‘Urbact’ garantiremo anche una compostiera di comunità per il trattamento della frazione verde e produzione di compost da destinare agli orti. Lavoriamo per mettere a sistema buone pratiche ambientali e percorsi di riqualificazione del verde», afferma Pinuccia Montanari, assessora alla Sostenibilità Ambientale di Roma Capitale.

Il finanziamento – che ammonta a 80.000 euro – ha la durata di 6 mesi, durante i quali verrà realizzato lo studio di trasferibilità dei progetti nelle due città.

In una seconda fase, concorreremo per un ulteriore finanziamento di 520.000 euro ai fini del trasferimento effettivo della buona pratica in Spagna e Lituania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here