Lazio in ombra, sconfitta che pesa: la Roma ne fa tre nel derby

La Lazio inizia meglio, poi la Roma sale e va in vantaggio. A nulla serve il pareggio di Immobile visto che Kolarov e Fazio condannano i biancocelesti a una sconfitta che ancora una volta mette sotto accusa Inzaghi e i suoi uomini, incapaci di salire in cattedra contro squadre di pari o superiore livello.

A inizio gara lo spettacolo offerto dalle due squadre è ben poco: gli uomini in campo si studiano, cercando di prendere le misure e di trovare i punti deboli dell’avversario, ma la i biancolesti sembrano stare meglio nel rettangolo di gioco. Sembrano.

Intorno al 20′ la Roma alza il baricentro e ha anche due occasioni che rendono protagonista Strakosha, bravo a farsi trovare pronto e a sventare i pericoli. Tutto cambia quando Pastore chiede il cambio per un problema al polpaccio che proprio non vuol saperne di lasciare in pace l’argentino. Al suo posto entra Pellegrini, schierato proprio nella stessa posizione del compagno sostituito. Pochi minuti di gioco e subito entra nel vivo della partita e la sblocca con un colpo di tacco un’azione confusa in area di rigore. Un gol cercato dal giovane giallorosso e che entusiasma i tifosi sugli spalti, che non vedevano un gol di tacco nella stracittadina dai tempi di Mancini.

Nella ripresa ci aspetta una reazione di carattere da parte della Lazio, ma l’attesa è l’unica cosa che rimane fino al fischio finale. Un erroraccio di Fazio manda in porta Immobile, sempre pronto a caricarsi sulle spalle il peso della squadra, ma il gol con festeggiamenti sotto la Nord serve a poco quando gli uomini chiave vengono mancare (vedi Luis Alberto e Milinkovic). E così il pareggio non dura che una manciata di minuti visto che a spianare la strada verso la vittoria della Roma ci pensa un gol dell’ex, Kolarov, che su punizione batte il portiere biancoceleste proprio sul suo palo. E c’è spazio anche per calare il tris, sempre su calcio piazzato: Pellegrini la butta in area, Fazio svetta su tutti e cala il tris sotto la Sud. Per la Roma è rinascita, per la Lazio la conferma che occorre fare quel salto di qualità che ancora manca.

Formazioni ufficiali e tabellino della gara

Serie A TIM, 7ª giornata

Sabato 29 settembre 2018, ore 15:00

Stadio Olimpico di Roma

ROMA-LAZIO 3-1

Marcatore: 45′ Pellegrini (R), 67′ Immobile (L), 71′ Kolarov (R), Fazio (R)

ROMA (4-2-3-1): Olsen; Santon, Manolas, Fazio, Kolarov; Nzonzi, De Rossi (74′ Cristante); Florenzi, Pastore (36′ Lo. Pellegrini), El Shaarawy; Dzeko.  A disp.: Mirante, Fuzato, Juan Jesus, Karsdorp, Lu. Pellegrini, Coric, Zaniolo, Under, Kluivert, Schick. All.: Di Francesco.

LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Caceres, Acerbi, Luiz Felipe; Marusic, Parolo (53′ Badelj), Leiva, Milinkovic, Lulic; Luis Alberto (53′ Correa); Immobile.  A disp.: Proto, Bastos, Wallace, Basta, Patric, Murgia, Cataldi, Durmisi, Berisha, Caicedo.  All.: Inzaghi.

Arbitro: Rocchi (sez. Firenze)
Assistenti: Di Liberatore e Tonolini
IV uomo: Maresca
V.A.R.: Irrati
A.V.A.R.: Vivenzi

Ammoniti: 62′ Dzeko (R), 66′ Pellegrini (R)

Recupero: 3′ pt., 4′ st.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here