Poker al Genoa: Lazio padrona all’Olimpico

Si rivede la vecchia Lazio all’Olimpico e i tifosi festeggiano sugli spalti il 4-1 inflitto al Genoa di Ballardini. Apre le marcature Caicedo, apparso in ottima forma fisica e mentale negli ultimi giorni, seguono le reti di Immobile, Piatek, che prova a riaprire la gara a inizio ripresa, Milinkovic-Savic e di nuovo Immobile. Per la Lazio è la terza vittoria consecutiva in campionato.

Tra le mura amiche dell’Olimpico la Lazio torna a far divertire i propri tifosi e sin dai primi minuti è evidente il miglioramento della condizione fisica dei giocatori schierati da mister Inzaghi. Caicedo, spinto dalla rinovata fiducia del tecnico biancoceleste che ha forzato la sua permanenza e lo ha sempre difeso, si dimostra una pedina importante anche contro la squadra ligure ed è proprio lui a sbloccarela gara a pochi minuti dal calcio di inizio: sponda in area di Milinkovic, Parola non arriva sul pallone ma ecco che arriva Caicedo alle sue spalle e trova il gol del vantaggio di testa. E il giocatore ecuadoriano resta protagonista della gara anche dopo il gol siglato. A metà del primo tempo, infatti, è lui a interrompere l’azione avversaria e a cercare Parolo, bravo a verticalizzzare per il sempre presente Ciro Immobile, che trova il raddoppio. Nessun pericolo dalle parti di Strakosha, i lampi rossoblu sono pochi e la difesa è brava a costringere gli uomini avversari al tiro da fuori.

Al rientro ecco che si ripresentano i vecchi fantasmi dei biancocelesti: una dormita generale, ma soprattutto l’errore di Acerbi, leader indiscusso della difesa in questo avvio di campionato, consentono a Piatek di riaprire la gara e di confermare il suo ottimo stato di forma. Ma il ritrovato entusiasmo viene subito spazzato via dai padroni di casa che al 53′ allungano nuovamente le distanze grazie al colpo di testa di Milinkovic, che devia in modo perfetto e finalmente si sblocca, regalando ai proprio tifosi il gol che tanto aspettavano. La Lazio ha il commpleto controllo della partita e non si risparmia neanche nel finale con Correa che cerca la sua prima rete biancoceleste ma trova la respinta di Marchetti, grande ex dell’incontro, che nulla può sulla ribattuta al volo di Immobile, che sigla la sua doppietta personale e dà il via ai festeggiamenti sugli spalti.

Formazioni ufficiali e tabellino della gara

Serie A TIM, 5ª giornata

Domenica 23 settembre 2018, ore 15:00

Stadio Olimpico di Roma

LAZIO-GENOA 3-1

Marcatori: 7′ Caicedo (L), 23′ Immobile (L), 46′ Piatek (G), 53′ Milinkovic (L)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Wallace, Acerbi, Caceres; Marusic (86′ Patric), Parolo, Leiva, Milinkovic (71′ Badelj), Lulic; Caicedo (62′ Correa), Immobile. A disp.: Proto, Guerrieri, Bastos, Basta, Jordao, Murgia, Cataldi, Durmisi, Luis Alberto. All.: Inzaghi.

GENOA (3-5-2): Marchetti; Biraschi, Spolli (27′ Kouamé), Zukanovic; Gunter, Romulo (57’Lazovic), Bessa, Hiljemark, Criscito; Medeiros (62′ Sandro), Piatek. A disp.: Radu, Vodisek, Lakicevic, Mazzitelli, Pedro Pereira, Rolon, Omeonga, Pandev, Dalmonte. All.: Ballardini.

Arbitro: Rosario Abisso (sez. Palermo)
Ass.: Fiorito – Di Iorio
IV uomo: Giua
VAR: Maresca
AVAR: Longo

NOTE: Ammoniti: 11′ Spolli (G), 45’+1′ Bessa (G), 80′ Badelj (L)

Recuperi: 3′ pt; 3′ st.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here