Sangue in Vaticano, lo strano omicidio di Alois Estermann, l’uomo che salvò il papa

Sangue in Vaticano, lo strano omicidio di Alois Estermann, l’uomo che salvò il papa


La notte del 4 maggio 1998, in uno storico palazzo all’ombra del Cupolone, suor Maria Lina scopre i corpi senza vita di tre persone: il comandante dell’esercito vaticano, Alois Estermann, sua moglie Gladys e il caporale Cedric Tornay. Un vero bagno di sangue archiviato frettolosamente dalla Santa Sede senza coinvolgere le autorità italiane. L’indomani i giornali gridano al complotto vaticano per coprire verità inconfessabili.
Continua a leggere


La notte del 4 maggio 1998, in uno storico palazzo all’ombra del Cupolone, suor Maria Lina scopre i corpi senza vita di tre persone: il comandante dell’esercito vaticano, Alois Estermann, sua moglie Gladys e il caporale Cedric Tornay. Un vero bagno di sangue archiviato frettolosamente dalla Santa Sede senza coinvolgere le autorità italiane. L’indomani i giornali gridano al complotto vaticano per coprire verità inconfessabili.
Continua a leggere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here