Zingaretti nomina i dg delle Asl, premiando donne e merito


Roma, 15 gennaio- Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha nominato i 13 nuovi direttori della aziende sanitarie del territorio. L’età media dei manager si abbassa arrivando a 55 anni e si alza la percentuale di donne, che arrivano a  tre su 13, contro una su 24 della scorsa giunta. La maggior parte delle persone scelte vengono da incarichi fuori dalla Regione Lazio e Zingaretti augura loro buon lavoro, mantenendo sempre in mente l’obiettivo: cioè i cittadini e il loro benessere. «Come avevamo promesso – spiega il governatore – nelle nuove nomine per i dg abbiamo puntato su più merito, più donne e su un consistente abbassamento dell’età media dei nuovi manager. Volevamo cambiare le cose e lo stiamo facendo. Ai nuovi direttori generali auguro un buon lavoro e chiedo allo stesso tempo di avere come obiettivo principale la ricerca del bene comune e l’interesse dei cittadini. I 13 nominati sono:  Vitaliano De Salazar, 51 anni, per la Asl Roma B; Carlo Saitto, 64 anni, per la Asl Roma C;  Vincenzo Panella, 57 anni (provenienza Umbria) per la Asl Roma D; Angelo Tanese, 47 anni per la Asl Roma E; Giuseppe Quintavalle, 50 anni per la Asl Roma F; Giuseppe Caroli, 63 anni (provenienza Emilia Romagna) per la Asl Roma G; Fabrizio D’Alba, 40 anni per la Asl Roma H. Invece per l’ azienda ospedaliera San Giovanni ci sarà Ilde Coiro, 59 anni, per la Asl Frosinone Isabella Mastrobuono, 56 anni e per la Asl Latina: Michele Caporossi, 58 anni (provenienza Marche). Infine per le Asl di Rieti: Joseh’ Polimeni, 43 anni (provenienza Toscana) e per quella di Viterbo: Luigi Macchitella, 67 anni. L’ Ares 118 sarà in mano a Maria Paola Corradi, 53 anni.

di Elisa Bianchini


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here