Movimenti per la casa, occupata Piramide in vista del corteo di domani


Roma, 26 febbraio- Come promesso, i movimenti per la casa sono tornati a farsi sentire, questa mattina un centinaio di persone si sono recati ad Ostiense. Mentre un gruppo saliva sulle impalcature della Piramide Cestia, gli altri rimanevano a terra, informando i cittadini sul perchè dell’azione. Tanti gli striscioni esposti per rivendicare il diritto all’abitare e al posto alloggio, tanta anche la solidarietà verso le 17 persone iscritte nel registro degli indagati per gli scontri del 31 ottobre. «Resteremo sulle impalcature fino a quando l’amministrazione comunale non darà segnali in controtendenza rispetto a quanto detto e fatto finora – hanno dichiarato alcuni attivisti- E’ scandaloso e inaccettabile il silenzio sulle misure cautelari, non hanno nemmeno detto che la questione della casa non può essere risolta con il ricorso all’ordine pubblico. -I movimenti della casa parlano ance del corteo di domani pomeriggio- Non faremo una sfilata simbolica e fine a se stessa, ma chiederemo a Marino misure concrete e definitive. Questa mattina delle persone sono state sgomberate da una casa a via Arcinazzo, nel V muncipio, e la soluzione trovata, dopo la mediazione del Municipio in seguito all’arrivo dei blindati delle forze dell’ordine, è stata quella del residence di Pietralata. Marino dice da mesi di volere chiudere i residence, ma se non ferma prima gli sfratti come può fare?  A noi sembra che la volontà politica di questa amministrazione sia ancora quella di sedersi con i poteri forti e favorire le rendite ».

125507006-b59ed288-616f-4cf8-ab3b-f8a2e3024523 Protesta-Piramide12 piramide, casa


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here