Niente decreto Salva Roma, l’ira di Marino


Roma, 26 febbraio – Il decreto Salva Roma è stato ritirato. Ad annunciarlo ai capigruppo di Montecitorio il ministro per i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi, che avrebbe comunicato che il Governo prende atto dell’ostruzionismo e ritira il provvedimento. Il Governo varerà comunque “un nuovo provvedimento, dopo una valutazione dei contenuti”, che contenga anche le norme sull’Expo e sulla Sardegna. “Il governo – ha poi detto la Boschi in Aula a Montecitorio – si impegna sin da ora a recepire in un secondo provvedimento le norme” contenute nel dl Salva Roma che “ritiene indispensabili”.

Non ha preso bene la decisione del Governo il sindaco Ignazio Marino, che nel corso della mattinata, secondo fonti a lui vicine, aveva anche pensato alle dimissioni in segno di protesta. Il primo cittadino sarebbe irritato con il premier Renzi per non aver posto la fiducia sul “Salva Roma”. “Il ritiro del decreto Enti Locali contenente la norma ‘salva Roma’ che mette a rischio i bilanci di Roma è figlio di un ostruzionismo insensato del Movimento Cinque Stelle e della Lega Nord”, l’accusa in una nota il deputato Pd Umberto Marroni.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here