Caso Moro, il procuratore capo di Roma chiederà gli atti

Per quanto riguarda il  presunto coinvolgimento dei servizi segreti nelle fasi del sequestro di Aldo Moro,  dopo la lettera anonima di cui ha parlato il procuratore Rossi ipotizzando che gli 007 protessero le Brigate Rosse in via Fani, è stato interpellato dall’Ansa  il procuratore generale di Roma Luigi Ciampoli, di cui è stato fatto il nome nel coinvolgimento di tale vicenda.

“Oggi stesso richiederò gli atti di indagine alla Procura di Roma per le opportune valutazioni. E’ stato impropriamente fatto riferimento alla mia funzione  per riportare opinioni personali di altri, nel mio ruolo di Procuratore Generale di Roma, informo che oggi stesso chiederò gli atti relativi alla vicenda di cui si parla per l’esercizio di tutti i poteri attribuitimi dall’ordinamento”. Ora si cercherà di capire gli eventuali sviluppi sulla questione.

Roma, 24 marzo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here