In meta con Castrogiovanni per Olivia all’Acqua Acetosa


Roma, 11 marzo – Domenica 16 marzo, all’indomani della partita del Sei Nazioni tra Italia-Inghilterra, appuntamento sempre con la palla ovale a Roma organizzato dalla U.S. Primavera Rugby, insieme all’Associazione Olivia. Tutti in campo (dalle 9 fino alle 13.30) per la prima edizione di “Carpe Metam per Olivia” un evento dedicato al mondo del rugby e della solidarietà all’interno del Centro Preparazione Olimpica del Coni “Giulio Onesti” dell’Acqua Acetosa.

Due campi da gioco saranno dedicati al torneo U.14, che coinvolgerà 12 squadre provenienti da tutta Italia. Inoltre verrà allestito un Rugby Park, un campo interamente riservato a tutti coloro, bambini e non, che vorranno scoprire il Rugby e l’Associazione Olivia. Ospite dell’evento ovviamente Martin Castrogiovanni, testimonial ufficiale di Olivia, che insieme ad altri giocatori della Nazionale italiana e numerosi altri ospiti, parteciperà alla giornata.

“La sinergia tra le due realtà, U.S. Primavera Rugby e Associazione Olivia, nasce da comuni obiettivi: offrire a bambini e ragazzi una formazione ed educazione fatta di valori, principi sani e rispetto, per se stessi e per il prossimo”, si legge nel comunicato. “L’Associazione Olivia – InSegnare per Integrare, ha lo scopo di promuovere il Bilinguismo, Italiano e LIS (Lingua dei Segni Italiana) tra bambini sordi e udenti. La U.S. Primavera Rugby ha come scopo la promozione e la diffusione dei principi e dei valori propri dello sport del rugby, attraverso la semplicità e l’essenza del gioco del rugby. La manifestazione vuole essere un momento di condivisione in cui U.S. Primavera Rugby e Olivia potranno presentare il loro comune progetto di collaborazione”.

Lo sport come veicolo di solidarietà e cooperazione: “Olivia ha potuto attraverso il rugby raggiungere importanti traguardi, facendo da ponte tra il mondo udente e sordo e U.S. Primavera Rugby ha potuto creare una consolidata e numerosa realtà sportiva. Olivia attraverso l’allestimento del Rugby Park vuole dare una chiara dimostrazione di cosa sia il Bilinguismo, infatti, le attività si svolgeranno con la presenza di interpreti LIS. Bambini Sordi e Udenti insieme dimostreranno come lo sport, in questo caso il rubgy, possa portare spontaneamente all’integrazione e all’amicizia senza barriere e senza limiti”.

Presente all’evento la Scuola ISSIS di Via Nomentana di Roma, una delle più autorevoli scuole bilingue (Italiano-LIS) d’Italia, esempio di integrazione e realizzazione del Bilinguismo.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here