Roma, la marcia continua. Destro e Bastos stendono il Sassuolo


Una rete per tempo ma tanta tanta determinazione consentono alla Roma di espugnare anche Sassuolo e di continuare la marcia verso il secondo posto e la Champions League diretta. Grande partita quella dei giallorossi, che partono con rabbia, sanno gestire e poi colpiscono di nuovo, mostrando una grane maturità, rischiando non molto. Garcia recupera Benatia al centro della difesa al fianco di Castan e ripropone Romagnoli sulla sinistra. Torosidis dà invece il cambio all’acciaccato Maicon, con De Rossi, Pjanic e Nainggolan a centrocampo. Davanti invece Gervinho e Florenzi accanto a Destro. Di Francesco rinuncia invece a Magnanelli e schiera Chibsah in cabina di regia.

L’avvio della Roma è quello giusto, con il pallino del gioco subito nelle sue mani e una pressione costante nella metà campo avversaria. Dopo due minuti è Florenzi con un cross al centro a servire la palla buona a Destro, ma salva Mendes.  Poco dopo è Pjanic a provarci dal limite ma Biondini respinge la conclusione a botta sicura del bosniaco. La risposta dei padroni di casa arriva al 12′, quando sugli sviluppi di un corner è Cannavaro a sfiorare il gol, ma è decisiva la deviazione di Castan. Ma è solo un lampo, perché la Roma torna avanti e passa: al 16′ gran recupero di Nainggolan su Missiroli, il belga innesca in verticale Destro che a tu per tu con Pegolo non sbaglia per la rete numero dieci in campionato (in 16 partite), la quarta consecutiva. La squadra di Garcia comincia a gestire con un possesso palla prolungato, senza grossi problemi, fino al 36′ quando per un errore Biondini lancia Sansone che però nel tentare il dribbling su Benatia scivola a terra. Rizzoli inizialmente lascia correre, poi dopo pochi secondi torna sulla decisione. Comincia un dibattito con i giocatori lungo 4′, poi Peruzzo, assistente di porta, dà l’indicazione per il penalty a Rizzoli, che però chiama a sè Sansone che ammette di essere scivolato. La pantomima finisce con un nulla di fatto.

La vena propositiva del Sassuolo però si spegne con il primo tempo. Nella ripresa infatti è la Roma a tornare nuovamente avanti. Al 53′ bella azione sulla sinistra di Florenzi che innesca Destro al limite, ma Pegolo controlla. Al 57′ ci prova ancora Florenzi dalla distanza senza successo, ma è tre minuti dopo che il portiere neroverde si supera, parando una bella punizione di Pjanic indirizzata verso il sette. Al 73′ altra buona occasione per la Roma con Gervinho lanciato in area ma chiuso sul più bello in scivolata da Mendes, ma decisivi sono i cambi di Garcia, con Taddei Totti e Bastos che nel finale cambiano il volto dei giallorossi. All’88’ prima è ancora Florenzi ad andarsene sulla sinistra, ma il diagonale sfiora il palo alla sinistra di Pegolo, ma nel finale concitato ecco il raddoppio: palla recuperata da Taddei, che serve Totti il quale innesca la corsa di Bastos che entra in area e batte il portiere del Sassuolo con un bel diagonale sinistro che significa gol numero 4000 della Roma in serie A e tre punti d’oro ancora nel paniere.

“Mi è piaciuto il secondo gol, il recupero di Taddei, l’assist di Totti e la rete di Bastos. Il tutto fatto da tre giocatori subentrati che hanno fatto in modo di far vincere la squadra – dice Rudi Garcia a fine gara – C’è una nostra strategia e poi c’è l’atteggiamento, non dimentico che Destro e Bastos hanno avuto sangue freddo davanti alla porta. Cosa mi aspetto per la gara con il Parma? Mi aspetto di recuperare bene, si rigioca mercoledì ma la preparazione è iniziata dopo il fischio finale di oggi. Arriveremo come il Parma, con le stesse forze. Si giocheranno solo 82 minuti e nessun altro giocherà, dobbiamo sfruttare questo momento”.

SASSUOLO-ROMA 0-2

SASSUOLO (4-3-3): Pegolo 6; Gazzola 5,5, Mendes 6, Cannavaro 6, Longhi 6; Chibsah 6, Biondini 5,5 (62′ Zaza 5), Missiroli 5; Berardi 5,5 (79′ Farias sv), Floccari 5 (76′ Masucci 6), Sansone 6,5.

N.e.: Pomini, Polito, Antei, Terranova, Ariaudo, Rosi, Ziegler, Magnanelli, Sanabria.

All.: Di Francesco

ROMA (4-3-3): De Sanctis 6; Torosidis 6, Benatia 6, Castan 6, Romagnoli 6,5; Nainggolan 7, De Rossi 6,5, Pjanic 6,5 (71′ Taddei 7); Gervinho 6 (85′ Bastos 6), Destro 7 (78′ Totti 6), Florenzi 6,5.

N.e.: Skorupski, Lobont, Toloi, Maicon, Jedvaj, Dodò, Mazzitelli, Ricci, Ljajic.

All.: Garcia

MARCATORI: Destro (R), Bastos (R)

ARBITRO: Rizzoli

NOTE: Mattinata calda, terreno in ottime condizioni. Spettatori 15.000 circa. Ammoniti: Mendes e Romagnoli per gioco scorretto. Angoli 7-5 per il Sassuolo. Recupero 3′ p.t. + 6′ s.t.

Roma, 30 marzo


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here