Uffizi, ragazzo nudo davanti alla Venere di Botticelli


Uffizi, un venticinquenne nudo davanti alla Venere di Botticelli. Autore del gesto, un ragazzo di origini spagnole arrestato ieri per atti osceni in luogo pubblico. Toltosi completamente i vestiti, l’uomo si è posizionato davanti la Venere imitandone dapprima la celebre postura, successivamente, una volta inginocchiatosi, ha iniziato a spargere petali di rosa tutt’intorno, improvvisando un altro dei tratti salienti dell’opera pittorica del Botticelli. Avvisati dagli altri visitatori, gli inservienti hanno subito gettato un telo addosso all’esibizionista, chiamando poi i Carabinieri.

Sfortunatamente, l’intervento repentino da parte degli addetti alle sale degli Uffizi, non ha impedito agli altri visitatori di scattare foto e girare filmati che hanno iniziato immediatamente a fare il giro del web. Arrivati gli uomini dell’Arma, comunque, l’uomo, incensurato, si è rivestito in tutta tranquillità senza per questo opporsi al fermo, che ha costretto i rappresentanti delle forze dell’ordine a condurlo nella vicina Caserma. Le uniche parole a commento del suo gesto prima essere scortato via sono state “freedon freedom” e se il suo gesto fosse stato ripreso eventualmente dalle telecamere.

“Sì, è vero – ha confermato il direttore degli Uffizi Antonio Natali – mi hanno avvertito di quello che è successo ieri pomeriggio. Che dire… su 1 milione e 900 mila visitatori ci possono essere persone turbate… lui deve essere stato colto dalla sindrome di Adamo”, scherza Natali visto che il contrattempo non ha causato nessun danno materiale a parte un po’ d’imbarazza. Susanna Mantovani, guida turistica: “Ero in corridoio quando ho saputo della notizia, ma in un primo momento ho pensato ad uno scherzo. Comunque l’uomo sembrava tranquillo quando sono arrivati i Carabinieri, però non so se l’hanno arrestato”.

Roma, 23 marzo


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here