Capitan America, the winter soldier sbanca i botteghini

capitan america

Pensare di incassare 100 milioni di dollari al botteghino è un sogno per molti registi, figurarci farlo in 3 giorni; eppure i fratelli Russo ce l’hanno fatta con il cinecomic “Capitan America, the winter soldier“.

Il secondo capitolo della saga dell’eroe a stelle e strisce ha letteralmente sbancato i botteghini americani, con un incasso di 96 milioni di dollari, 30 milioni in più del suo predeccessore e 10 in più di Thor 2, cannibalizzando la scena cinematografica.

Se poi si aggiungono i 208 milioni derivanti dalla prima settimana di programmazione in tutto il mondo (“Capitan America, the winter soldier” è uscito in USA il 4 aprile mentre nel resto del mondo il 26 marzo) arriviamo ai 304 milioni di dollari, una cifra che fa impallidire gli attuali concorrenti.

Insomma nulla da fare per il NOAH di Russel Crowe, sebbene primo la scorsa settimana, che si trova a far fronte con “soli” 180 milioni guadagnati in tutto il mondo.

Marvel e Disney sono riuscite a confermare, qualora ce ne fosse bisogno, che il settore cinecomic al momento è il più remunerativo. Che sia per la spettacolarità del film o per il carico di sogni e ricordi che evoca nel pubblico, la “Casa delle Idee” (nome con cui gli appassionati dei fumetti chiamano la Marvel)  è riuscita a tirar fuori l’ennesimo coniglio dal cilindro.

Roma, 7 aprile


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here