De Sanctis: “Roma, pronti a finire nel miglior modo possibile”

In testa solo la Roma. Morgan De Sanctis non pensa alla maglia azzurra e al Mondiale brasiliano, ma punta ancora fisso al finale di stagione dei giallorossi. “Ora c’è da finire un campionato, mancano sei partite e vogliamo farle nel miglior modo possibile – dice durante un incontro con gli studenti del Liceo Scientifico Cannizzaro, all’Eur, in occasione del progetto “Non fare autogol”, iniziativa promossa dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica e dalla Fondazione AIOM – Per quanto riguarda il Mondiale, invece, io un anno fa per motivi personali, calcistici ed extracalcistici, ho lasciato la Nazionale e l’ho lasciata in buonissime mani, sia in quelle di Buffon che sono super garantite da venti anni, sia in quelle di chi gli sta dietro e di chi il ct Prandelli deciderà di portare in Brasile”.

Poi esprime il parere della squadra sulla stagione: “Siamo contentissimi di quanto fatto finora, potremmo esserlo ancora di più, ma qualcuno ha fatto otto punti più di noi. Adesso mancano sei partite, vedremo quello che riusciremo a fare fino alla fine, poi si potrà dare un giudizio. Ma complessivamente questa stagione rimarrà assolutamente positiva”. L’iniziativa a cui ha partecipato ha come obiettivo quello di sensibilizzare gli adolescenti italiani sui principali fattori di rischio oncologico. E il portiere giallorosso con i ragazzi è chiaro: “Rispettate il vostro organismo per diventare campioni della vostra vita”.

Roma, 10 aprile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here