Insulti ai gay: il Bayern Monaco chiede i danni a 4 tifosi italiani

100mila euro: è quanto rischiano di dover pagare quattro tifosi meranesi del Bayern Monaco al proprio club del cuore per aver esposto durante la partita degli ottavi di finale di Champions con l’Arsenal uno striscione anti-gay. Nel mirino era il centrocampista dell’Arsenal Mesut Özil. Altro striscione contestato quello pro-Kosovo (“Diciamo no al razzismo e sì al Kosovo”) che la settimana prima aveva giocato la sua prima amichevole internazionale contro Haiti. La Uefa aveva stabilito una multa di 10mila euro e la chiusura di una curva nella seguente partita a Monaco. Ora — secondo quanto riportato da Rai Sudtirol — il Bayern ha dato mandato al suo ufficio legale di rivalersi sui tifosi italiani.

Roma, 29 aprile


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here