Mostra sull’azione umanitaria della Croce Rossa Italiana

Mostra sull’azione umanitaria della Croce Rossa Italiana al Museo di Roma in Trastevere, in occasione del 150° anniversario, dall’ 8 Aprile all’11 Maggio.
L’8 Maggio premiazione del concorso “Change yourself and ciak!”

In occasione dei 150 anni dalla nascita del “Primo Comitato dell’Associazione per il soccorso ai feriti ed ai malati in guerra” e dalla firma della Iª Convenzione di Ginevra presso il Museo di Roma in Trastevere sarà allestita dall’8 aprile all’11 maggio una mostra dal titolo “L’azione della Croce Rossa Italiana durante leemergenze umanitarie in Italia e nel mondo da primi del ‘900 ad
oggi”. La mostra della CRI, consistente in 80 pannelli fotografici divisi in sezioni che ripercorrono l’azione umanitaria dell’Associazione durante le emergenze, in Italia e nel mondo dai primi del ‘900 ad oggi, è promossa da Roma Capitale Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

L’iniziativa, che rientra tra le attività previste per festeggiare la ricorrenza dei 150 anni della Croce Rossa Italiana e del Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa, ha il Patrocinio del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Dipartimento per l’Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione.

L’8 maggio, in occasione della Giornata Mondiale di Croce Rossa, presso la Sala multimediale del Museo verranno premiati i vincitori di “Change yourself and ciak!”, il concorso indetto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR), in collaborazione con la CRI,
indirizzato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado d’Italia. La competizione, che prevede l’ideazione e la produzione di materiale audiovisivo, ha il fine di sensibilizzare gli studenti sui cambiamenti climatici e sui disastri umanitari che ne conseguono. Tali catastrofi, in continuo aumento, coinvolgono circa 243 milioni di persone ogni anno e sono causa anche di fenomeni migratori. I profughi ambientali, i cui diritti non sono riconosciuti in alcun Paese, incidono per circa il 70% sulla composizione dei flussi migratori.

Il cortometraggio vincitore sarà utilizzato per un anno per la promozione e la sensibilizzazione dell’attività sul territorio nazionale e pubblicato sulla piattaforma internazionale della Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa.

Roma, 07 Aprile.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here