Reja: “Lazio, andremo in Europa”

La vittoria col Parma ha risollevato la Lazio dopo un periodo non molto tranquillo, non solo dal punto di vista dei risultati. Se il muro contro muro con i tifosi continua, almeno sul campo il sogno di un posto in Europa continua e a crederci ancora è il tecnico Edy Reja. Primo obiettivo battere la Sampdoria all’Olimpico nel match delle 12.30 di domani. Una sfida che non può essere fallita: “Se vogliamo andare in Europa dobbiamo fare tanti punti per recuperare – dice il tecnico – Abbiamo diversi scontri diretti e 4 partite in casa che sono tutte determinanti. Non ne possiamo sbagliare una, a partire dalla partita con la Sampdoria, che vive un ottimo momento di forma. Dobbiamo fare una grande prestazione”. Poi entra nel dettaglio: “Mihajlovic ha dato molta sicurezza ai blucerchiati: conosciamo le loro qualità e li rispettiamo al massimo. Sarà dura. E’ tutta la settimana che sto pensando a come fermare Eder e Gabbiadini. In questi giorni abbiamo lavorato molto bene, con grande intensità, c’è un bel gruppo con la giusta partecipazione da parte di tutti. Abbiamo un gioco e la mentalità giusta. La carica positiva c’è. I ragazzi vogliono fare di tutto per centrare l’obiettivo”.

Reja dunque punta sui suoi senza indugio: “Io se potessi scommettere punterei sulla Lazio in Europa: so che la squadra farà bene da qui a fine stagione. Candreva, Klose e Keita hanno qualità che si completano e possono risultare determinanti in ogni gara e da loro mi aspetto molto. Ma attenzione anche a Felipe Anderson: lo sto vedendo molto più sereno e mi sta dimostrando grandi mezzi. Gli darò spazio di sicuro. Dalla Samp in su, fino all’Inter, siamo tutti coinvolti in un campionato a se stante per la corsa all’Europa League. Il fatto che siamo in tanti coinvolti ci potrebbe facilitare grazie ai diversi scontri diretti”. E fa il suo richiamo: “Possiamo farcela e tutti dovranno dare il loro contributo. Anche i tifosi: questi ragazzi hanno bisogno della spinta del pubblico. Chiedo a tutti di sostenerci”.

Per la sfida all’ex Mihajlovic non ci sarà ancora Federico Marchetti: “Aveva un indurimento all’adduttore. Non sta bene purtroppo, parlando anche con lo staff medico abbiamo deciso di farlo riposare. C’è Berisha, Marchetti sarà valutato martedì. Biava ha lavorato e sta bene, dovrebbe essere recuperato e partirà titolare. Fra Onazi e Gonzalez deciderò all’ultimo momento: se l’uruguayano starà bene giocherà lui”. Mentre torna Biglia: “Lui è uno che ti fa girare la squadra molto bene, fa diventare imprevedibile il nostro gioco”.

Roma, 5 aprile

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here