Roma, l’assessore Cutini in visita alla parrocchia di S. Frumenzio

“Un lavoro di rete e di comunità straordinario di cui la città ha bisogno. E’ un vero piacere per me, a nome dell’amministrazione capitolina, visitare le realtà parrocchiali come S. Frumenzio, per conoscere e riconoscere quelle realtà che ogni giorno, senza clamore e con intelligenza lavorano sul territorio”. A dirlo nel saluto al parroco Don Giampiero Palmieri e ai numerosi volontari presenti l’assessore al Sostegno Sociale e Sussidiarietà di Roma Capitale, Rita Cutini, che oggi, in occasione dei vent’anni di Televita, ha visitato la parrocchia di S.Frumenzio, di cui tra l’altro è stato parroco l’attuale direttore della Caritas diocesana di Roma, Mons. Enrico Feroci.

La parrocchia ha aperto al suo interno la casa della carità “MAMRE”, che ospita l’associazione Televita che si occupa di anziani fragili, e più in generale delle persone sole attraverso, tra l’altro, laboratori di computer, lettura, cittadinanza attiva, cineforum, filatelia, decoupage, visite turistiche, corsi di italiano per stranieri, ecc. Non solo, “MAMRE” accoglie il nido solidale “Tanaliberamondo”, una casa famiglia per mamme con bambini e un centro di ascolto Caritas. “Si tratta – aggiunge Cutini – di un esempio straordinario di quella rete di solidarietà che assicura ai più deboli una maglia di protezione importante. Un vero e proprio sistema di carità prezioso di cui l’amministrazione non può fare a meno, soprattutto in un momento nel quale tanti, nella nostra città, vivono serie difficoltà dal punto di vista socio-economico”.

Roma, 12 aprile


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here