1860: la spedizione dei Mille parte da Quarto


La spedizione dei Mille è ricordata perché rappresenta un episodio cruciale del Risorgimento italiano, avvenuto nel 1860. Circa un migliaio di volontari (alla partenza ammontavano a 1162), capitanati da Giuseppe Garibaldi, partì da Quarto, che faceva parte del Regno di Sardegna, nella notte tra il 5 e il 6 maggio e sbarcò in Sicilia, a Marsala, l’11 maggio. Il corpo di spedizione, alla partenza da Quarto, era composta soprattutto da uomini provenienti dal Centro-Nord, ma erano presenti anche stranieri.

Dopo lo sbarco a Marsala conquistò l’intera Sicilia in circa due mesi e, a settembre, entrò a Napoli. Il re, Francesco II di Borbone, tentò un’ultima disperata resistenza, ma fu definitivamente sconfitto nella battaglia di Volturno. Intanto, per impedire a Garibaldi di continuare l’avanzata e attaccare Roma, cosa che avrebbe procurato un intervento francese a favore del Papa, Cavour aveva inviato un esercito verso sud e così anche le Marche e l’Umbria furono occupate e annesse al Piemonte. Il 26 ottobre 1861 Garibaldi e Vittorio Emanuele II si incontrarono a Teano e qui Garibaldi consegnò a Vittorio Emanuele II i territori appena conquistati.

Roma, 5 maggio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here