Anita Wardell in concerto all’Alexanderplatz


Questa sera, sabato 10 maggio, l’Alexanderplatz ospita la straordinaria cantante Anita Wardell, per la prima volta in assoluto a Roma. Vincitrice nel 2006 del BBC Jazz Award e considerata dal Guardian “un modello d’arte per le cantanti jazz”, considerata la maggiore esponente del canto bebop e scat del Regno Unito e star internazionale, grazie anche alle incisioni con le etichette “Noted” e Kinda Blue”, Anita Wardell è nota per le sue affascinanti improvvisazioni vocali.

Impegnata costantemente nei suoi lunghi tour mondiali, che la vedono esibirsi, oltre che nel Regno Unito, anche negli Stati Uniti, Austrialia ed Europa, Anita Wardell tiene regolarmente seminari e masterclass al Trinity College of Music, al Conservatorio di Birmingham nel Regno Unito, all’Università di Adelaide in Australia e a Roma, presso Scuola Popolare di Musica di Testaccio. L’occasione del concerto romano coincide, infatti, con il seminario avanzato che Anita Wardell terrà presso la nota scuola romana dal 9 all’11 maggio.

Cresciuta ascoltando i grandi classici come Cole Porter, Duke Ellington e Count Basie, sin da adolescente ha esercitato la sua voce con gli ascolti di Ella Fitzgerald, Mark Murphy, Carmen McRae , Betty Carter , Jon Hendricks e Eddie Jefferson. Giunta nel Regno Unito nel 1990, dopo solo cinque anni arriva il debutto discografico (Why do you cry?, 1995) con il pianista Liam Noble. Sono succeduti numerosi altri dischi e collaborazioni eccellenti (Robin Aspland, Jeremy Brown, Steve Brown (con i quali ha inciso Kinda Blue, il suo secondo album), Tristan Maillot, Adam Glasser, Phil Robson), fino alla pubblicazione nel 2013 del suo ultimo album “The Road”.

Ma non finisce qui all’Alexanderplatz: domenica appuntamento con il Dasa 5et capitanato dal sassofonista Roberto Aversano, mentre lunedì sarà la volta del quartetto Riccardo Biseo e Gianni Sanjust con il progetto “Fine&Dandy”. Martedì 13 invece in scena il quartetto di Luca Velotti e Michele Ariodante con un repertorio di classici del mainstream jazz.

Roma, 10 maggio


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here