Clericus Cup, sabato 17 maggio arrivano le semifinali


Volata finale per la Clericus Cup, il campionato di calcio per seminaristi e sacerdoti degli istituti e dei collegi pontifici romani, organizzato dal Centro sportivo italiano, con il patrocinio dell’Ufficio sport della Cei, e la collaborazione del Pontificio Consiglio per i Laici e del Pontificio Consiglio della Cultura del Vaticano. Sabato 17 maggio, sui campi del Pontificio Oratorio di San Pietro si disputeranno le semifinali del torneo di calcio clericale.

Fischio d’inizio alle ore 10 sul campo A, con la rivelazione del campionato, l’Istituto teologico di San Pietro che affronta i veterani neocatecumenali, i tre volte campioni del Redemptoris Mater. A seguire, sullo stesso campo, alle 11,30 Sedes Sapientiae, il seminario di Trastevere in semifinale anche nel 2012, contro gli inquilini del Gianicolo, il Collegio Urbano, che raggiunge le semifinali per il secondo anno consecutivo (lo scorso anno giocò però la finale per il 3° e 4° posto contro il Redemptoris Mater) ed è ancora a caccia, dopo diversi tentativi mancati, della sua prima coppa col Saturno.

Nonostante i tre titoli Clericus Cup e una certa dimestichezza con il torneo per sacerdoti, i campioni gialloblu del Redemptoris Mater, non potranno non scendere in campo con qualche timore reverenziale verso i tredici gol del bomber del San Pietro, Edwin Salnitro. “Ci stiamo allenando come sempre – spiega il dirigente dell’Istituto San Pietro, Marcelo Siles – una volta a settimana. Abbiamo visto dei video del Redemptoris Mater. Abbiamo studiato le loro debolezze e i loro punti di forza, tra i quali c’è sicuramente l’ottima difesa. E ci stiamo organizzando tatticamente, di conseguenza”. “Non abbiamo paura – dichiara l’attaccante del Red Mat, Samuel Piermarini – non abbiamo mai visto Salnitro all’opera ma non sarà certo Balotelli… La nostra linea di difesa, formata dal clivense Tisato e da Genovesi, ex Monterotondo, saprà al solito farsi valere. La nostra forza, come visto nel derby ai quarti col Maggiore, sarà sempre nel dodicesimo in campo, i nostri supporters del cammino neocatecumenale. Non tradiranno nemmeno questa volta. Sugli spalti saranno moltissimi. Siamo gli unici titolati rimasti in corsa. Siamo noi la squadra da battere”.

Nell’altra semifinale il Collegio Urbano si presenta invece all’appuntamento con un ottimo ruolino di marcia. Il laterale del Lesotho Albert Koetlisi carica i leoni africani: “Vogliamo a tutti i costi la finale. Siamo pronti, dopo Pasqua abbiamo effettuato molti allenamenti per non farci trovare impreparati all’appuntamento con la storia”. I Trasteverini del Sedes sono carichi: “È a casa per il matrimonio del fratello – afferma il tecnico biancorosso, il messicano Josefo Huerta – lo aspettiamo comunque per la finale”.

Istituto Teologico San Pietro – Redemptoris Mater h10,00

Pontificio Collegio Urbano – Sedes Sapientiae h11,30

 

Roma, 15 maggio


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here