Cubo di Rubik: quarant’anni fa nasceva il famoso rompicapo, era il 19 maggio 1974


Era il 19 maggio 1974, quando un professore di archittetura con la passione della geometria, inventa il Cubo di Rubik.
L’inventore è l’ungherese Erno Rubik, che inizialmente lo progettò per scopi didattici, ditrubuendolo solo a matematici ungheresi, messi alla prova dai problemi statistici che il cubo poneva. Il Cubo può essere risolto in un’unica combinazione tra le 43 quintilioni possibili.
Un anno più tardi Rubik brevetta il prodotto, e nel 1977 sarà commercializzato all’ interno del paese dall’azienda di giocattoli Polithechnika, con il nome Magic Cube.
Nel 1980 la Ideal Toys Company fiuta l’affare, e acquista i diritti per esportarlo oltre i confini del paese. Cambierà ancora il nome del cubo magico, rinominato Rubik’s Cube, cioè il Cubo di Rubik.
Nell’arco di due anni, il Cubo raggiunge cifre di vendita enormi, oltre 100 milioni di pezzi venduti, che rendono il signor Rubik l’uomo più ricco del suo paese.
Dal 1982 iniziano anche le prime competizioni, in cui ci si sfida a risolvere il Cubo nel minor tempo possibile. Feliks Zemdegs riesce a risolvere il Cubo nel tempo record di 5,66 secondi, mentre a detenere il record per la risoluzione più lenta, è il muratore Graham Parker, che ha impiegato 26 anni.
Oggi, il Cubo di Rubik, è il giocattolo più venduto della storia, con circa 300 milioni di pezzi venduti.

Roma, 19 maggio.


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here