Milosevic incriminato per delitti contro l’umanità il 27 maggio 1999


Milosevic è stato incriminato, insieme ad altri quattro esponenti dei vertici politico-militari della Republica Federale, il 27 maggio 1999 dai giudici del Tribunale penale internazionale per la ex Jugoslavia, con l’accusa di crimini contro l’umanità e violazioni delle leggi e delle consuetudini di guerra.

I crimini facevano riferimento agli  omicidi e alle persecuzioni razziali, politiche, religiose e a sfondo politico commessi dal 1999 in Kosovo contro la popolazione albanese. Le accuse si basavano sugli articoli 7.1 e 7.3 dello Statuto del Tribunale e oltre a indicare la responsabilità degli imputati ( tra cui Milan Milutinovic, presidente della Serbia, Nikola Sainovic, viceprimo ministro della Repubblica federale jugoslava, il generale Dragoljub Ojdanic, capo di stato maggiore delle forze armate jugoslave e Vlajko Stojiljkovic, ministro dell’Interno serbo), indicavano la responsabilità penale individuale per il terrorismo attuato nei confronti degli albanesi.

Roma, 27 maggio


1 COMMENTO

  1. […] post Milosevic incriminato per delitti contro l’umanità il 27 maggio 1999 appartiene a […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here