5 maggio 1862: nasce il servizio postale nazionale


Con la nascita dello Stato unitario una delle questioni più importati da affrontare fu garantire le comunicazioni tra i cittadini, rispettando l’inviolabilità dei contenuti. Per questo venne istituito il servizio postale nazionale, introducendo, per la prima volta, il concetto di “servizio pubblico”.

Così mentre il Parlamento proclamava Vittorio Emanuele II Re d’Italia, il 17 marzo del 1861, Cavour diede l’incarico al direttore delle Poste del Regno sardo, il Conte Giovanni Battista Barbavara di Gravelloa, di riorganizzare la rete nazionale postale. Il Conte legò il settore della comunicazione a quello dei trasporti e inserì tra le competenze del Ministero dei Lavori Pubblici la gestione dei servizi postali.

Il 5 maggio 1862 il Parlamento approvò la legge n°604, che istituiva il servizio nazionale delle Regie Poste. Tra i punti cardine: affermazione del concetto di servizio pubblico; creazione del monopolio statale attraverso l’abolizione di tutte le concessioni private; tutela della privacy della corrispondenza; introduzione di una tariffa unica mediante l’uso del francobollo.

Grazie allo sviluppo della rete ferroviaria aumentò anche il traffico della corrispondenza, che divenne più rapido e sicuro; ebbero benefici anche le transazioni economiche a grande distanza, utilizzate grazie al vaglia postale, che servivano soprattutto agli emigranti per offrire un sostegno economico alle famiglie rimaste in Italia.

Nel 1874 iniziarono a circolare le prime cartoline, inventate nel 1869. Due anni dopo le Poste iniziarono la concorrenza agli istituti bancari emettendo i libretti di risparmio, in grado di garantire una forma di deposito finanziario più sicura. Il modo di comunicare cambiò grazie al telegrafo senza fili, inventato da Guglielmo Marconi nel 1896, che portò anche a pensare di istituire un Ministero apposito, ovvero il Ministero delle Poste e Telegrafi. Negli anni ’90 avvenne la trasformazione in ente pubblico economico con il nome di Poste italiane. Dal 1998 le Poste sono una Società per Azioni.

Roma, 5 maggio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here