Open House: visite gratuite nelle architetture romane


Per gli amanti degli itinerari tra le architetture cittadini, da non perdere l’iniziativa Open House che il il 10 e 11 maggio coinvolgerà oltre 200 siti cittadini.

Anche quest’anno a Roma si terrà l’Open House, giunta alla terza edizione che coinvolge oltre 25 città nel mondo.

Difici storici, moderni e contemporanei, cantieri, case private, studi di architettura, spazi di grande valore architettonico e storico‐artistico, molti dei quali solitamente inaccessibili, per tutto il week-end si animano, rivivono e si aprono – gratuitamente – ai cittadini. Tantissimi gli eventi collaterali (il programma si consulta sul sito www.openhouseroma.org, dove è possibile prenotare le visite guidate, anch’esse gratuite).

Secondo il comunicato stilato da Roma Capitale, l’intera città è stata suddivisa in 7 aree, dal centro alla periferia: Centro storico, Flaminio‐ Parioli, Nomentano‐Pietralata, Esquilino‐San Lorenzo, Appio‐S.Giovanni, Eur‐Corviale, Monteverde‐Ostiense, su cui l’iniziativa Open House propone uno sguardo verticale: dal basso dei sottosuoli stratificati di storia, come l’Insula di S. Paolo alla Regola, sotto il Palazzo degli Specchi, o dell’Isola Tiberina, fino a straordinari panorami apprezzabili da luoghi inediti come il convento di S. Bonaventura al Palatino, affacciato sul Colosseo e sui Fori Imperiali.

Tanti anche i siti che verranno aperti per l’occasione e che solitamente sono chiusi al pubblico. Tra questi: Palazzo Giustiniani e Palazzo Madama, sedi del Senato della Repubblica, Palazzo della Civiltà Italiana all’Eur, i Palazzi Aeronautica e Ministero della Marina Militare. Da non perdere le visite al complesso borrominiano dell’Oratorio dei Filippini con l’apertura in contemporanea dell’Archivio Storico Capitolino, la Casa delle Letterature e la Chiesa di S. Maria in Vallicella.

Roma, 6 maggio

 


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here