Pigneto Città Aperta, IV edizione: arte, locali, librerie


Il 22-23-24-25 maggio il collettivo indipendente Trauma Studio promuove lo 00176 – “Pigneto Città Aperta”, IV edizione: arte, locali, librerie. La festa gratuita e  no-budget (organizzata dal basso) è stata pianificata ed allestita dai circoli e dai centri sociali che risiedono e ravvivano il quartiere del Pigneto. Le associazioni si impegnano ad incoraggiare le forme di aggregazione e socialità più umane tra i cittadini, promuovendo nuovi modelli di intrattenimento. Attualmente, la festa di quartiere è il più ambizioso evento pubblico D.I.Y. (Do It Yourself, cioè “fai da te”) nella Capitale.

Le associazioni ritengono che il Pigneto, come anche Trastevere e San Lorenzo, sia stato ceduto a speculatori e imprenditori senza scupolo. Si pensa che il quartiere possa perdere la propria identità ed essere trasformato in un luogo sterile dove parcheggiarsi e consumare. La cultura della paura e della forza, causata dal proibizionismo e dall’eccessivo controllo da parte di forze dell’ordine e restrittive ordinanze estive, non sarebbe il giusto metodo per eliminare i disordini del quartiere. Sempre secondo le associazioni del Pigneto, i problemi si potrebbero invece risolvere in altro modo: con la forza della cultura, un maggior senso di appartenenza alla comunità e il coraggio di organizzarsi e tutelarsi. Dal 22 al 25 maggio l’invito ad abbandonare le piazze virtuali dei social network e delle TV per scendere nelle strade – quelle vere – della propria città e del proprio quartiere è rivolto a tutti!

L’evento su Facebook e il Il programma

Roma, 23 maggio


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here