Polisportiva Grottaferrata: “Debiti? Sono solo investimenti”


Dopo notizie allarmanti su possibili problemi societari, torna a parlare la Polisportiva Grottaferrata e lo fa con un lungo comunicato in cui spiega i problemi avuti negli ultimi mesi, ma anche i progetti futuri.

“La Polisportiva Città di Grottaferrata si è imposta in questi mesi di restare fuori dalle possibili polemiche che avrebbero, ed hanno, esasperato gli animi su tutti gli argomenti sensibili e popolari. E lo sport è certamente uno di questi. Siamo però ora giunti alla conclusione che dovevamo alla cittadinanza, una spiegazione che provasse a fare chiarezza. Per questo motivo avevamo prenotato la sala teatro del Sacro Cuore per il prossimo venerdì 23 maggio, per un incontro pubblico, ma ci siamo resi conto che questa iniziativa poteva rendere un servizio ancora peggiore alla chiarezza necessaria. Pertanto abbiamo deciso di rinviare al dopo elezioni l’incontro, anticipando però le nostre argomentazioni con questo comunicato.

Iniziamo dalle considerazioni generali sulla gestione. La Polisportiva non ha mai nascosto le difficoltà incontrate in questi primi tre anni, difficoltà date da fattori esterni ed interni che possono essere così riassunti:

– alcuni impianti non erano immediatamente utilizzabili e ci è mancata la possibilità di metterli da subito a regime (anche il nuovissimo palazzetto consegnatoci a settembre non era pienamente fruibile e il centro la Madonnella forse solo ora può considerarsi agibile) condizionando notevolmente le entrate finanziarie programmabili

– l’assenza di uno storico dei costi di gestione degli impianti ha inciso sulla programmazione così come la definizione solo successiva all’aggiudicazione da parte del Comune delle tariffe da applicare per l’utilizzo

– i tempi della burocrazia hanno spesso ritardato le opere di migliorie necessarie (copertura campi Madonnella, lavori presso impianto Rogazionisti)

– la situazione economica generale che ha fatto mancare alcune risorse preventivate (minori disponibilità alla spesa per attività ludico/sportive, minori proventi da pubblicità negli impianti etc..)

– i rapporti con alcune società (Asd Vivace, Asd Hellas, Asd Atletico Grottaferrata) hanno dato origine a contestazioni economiche che riteniamo infondate ma che tuttavia siamo impegnate a risolvere

Tutto questo ha creato difficoltà economico finanziarie alla Polisportiva che comunque ha sempre cercato di onorare i propri impegni – tra cui la realizzazione dell’80% delle migliorie proposte in fase di gara per € 175.000,00 – concordando, di volta in volta, i piani di rientro con i creditori tutti, compreso il Comune. Per chiarezza, in riferimento alla situazione debitoria della Polisportiva riportata in alcune dichiarazione rese ad organi di informazione (così come dai dati di prechiusura del bilancio al 31-12-2013), ci teniamo a chiarire che l’esposizione debitoria verso il Comune per residuo canoni è pari al 9,30% del totale, mentre il debito residuo è composto :

per il 54,56% si tratta di investimenti per le migliorie sugli impianti
per il 21,58% si tratta di utenze arretrate con piano di rientro concordato
per il 13,68% si tratta di esposizione verso terzi (banche e fornitori)
per lo 0,88% si tratta di imposte e tasse

Come risulta chiaro il debito della Polisportiva nei confronti del Comune non è la cifra enorme che si vocifera. Mentre è altrettanto chiaro che i lavori fino ad ora eseguiti dalla Polisportiva (Palazzetto, Madonnella) hanno incrementato il valore a patrimonio dei beni comunali per circa 350 mila euro. Più della metà dell’esposizione debitoria è rappresentata da investimenti.

Alcune parole vogliamo spenderle anche sul futuro dello sport a Grottaferrata. Nel convegno organizzato dal CONI Lazio e dalla Scuola dello Sport del CONI lo scorso 10 maggio in collaborazione con la Polisportiva i candidati sindaci hanno espresso le loro idee sullo sport. Constatiamo con piacere di essere in linea con la gran parte delle iniziative proposte, anzi di averle, in alcuni casi, anticipate con il nostro (sempre perfettibile) lavoro. Si è parlato di eventi di rilevanza da organizzare nei nostri impianti, ebbene in tre anni abbiamo già ospitato:

– incontri di calcio del “Torneo delle regioni”,

– 5 raduni delle rappresentative nazionali giovanili di basket

– 1 torneo internazionale di basket con Italia, Germania, Israele e Slovenia

– Corsi allenatori nazionali e raduni per aggiornamenti di preparatori di basket

– Più volte l’anno si tengono stage di perfezionamento con maestri Internazionali ed esami per passaggi a categorie superiori per atleti di discipline meno note (Kendo, Hwal Moo Do etc…) ed inoltre il nostro palazzetto viene usato anche per allenamenti di campioni “Mondiali” di ballo o per giornate particolari (ad es. spinning, pattinaggio, ginnastica artistica…) con centinaia di atleti provenienti da tutto il centro Italia.

Sono stati prospettati incontri tra atleti di rilevanza nazionale e studenti. Ebbene in questi tre anni gli studenti di Grottaferrata hanno potuto incontrare (all’interno del progetto del CONI denominato “I giovani incontrano i Campioni”) alcuni atleti che hanno fatto la storia dello sport Italiano nelle rispettive discipline come Valerio Aspromonte e Ilaria Salvatori nella scherma, Cristina Chiuso nel nuoto, Roberto Frinolli nell’atletica, Tiziana Timolati nel basket e Joel Bacci nel volley. E, sempre in collaborazione con il CONI, ci sono stati incontri di atleti con disabilità e ragazzi delle elementari. Feste dello sport ce ne sono state diverse ma sono stati organizzati anche:

– Convegni sulla salute nello sport (grazie al sempre disponibile dr Colombo) che hanno coinvolto luminari della medicina e della preparazione sportiva

– un convegno su “Etica e sport” con la presenza del vescovo di Frascati, Mons. Martinelli, del presidente della FIGC dr Giancarlo Abete e del presidente del CONI provinciale dr Riccardo Viola

– un convegno, patrocinato dal Coni, sull’impiantistica sportiva dell’area alla quale abbiamo invitato tutte le rappresentanze politiche locali dei Castelli Romani

– altri eventi come la “befana dello sport” o la “Messa degli Sportivi” sono stati organizzati sempre dentro gli impianti Comunali.

Si è parlato infine di accesso allo sport anche per le categorie più deboli. Anche in questo caso il “privato sociale” è arrivato prima. Teniamo gratuitamente da tre anni corsi di microbasket, microvolley, e ginnastica agli scolari degli istituti “Rosa de Feo” e “Isidoro Croce”, ed inoltre ci facciamo carico (senza tanta pubblicità) di bambini con situazioni economicamente disagiate, in alcuni casi segnalati dagli uffici Comunali. Facciamo corsi di ginnastica dolce e posturale per persone “mature” a costi minimi e a breve metteremo a disposizione alcuni spazi per la pratica gratuita dello sport presso l’impianto della Madonnella. Così come abbiamo messo a disposizione l’impianto di via Quattrucci a sport “minori” che hanno avuto alterne fortune”. E a chi vuole intendere, intenda….

Roma, 23 maggio


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here