Quando Colombo scoprì le Isole delle Tartarughe il 10 maggio 1503


Era il 10 maggio 1503 quando Cristoforo Colombo navigando nelle acque del Mare delle Antille, avvistò un piccolo arcipelago. Il navigatore genovese rimase sicuramente colpito dalle numerose tartarughe marine che nuotavano nelle acque limitrofe alle isole, fu per questo motivo che decise di chiamarle “Las Tortugas”.

Las Tortugas sono le odierne Isole Cayman, così chiamate dal 1530, il cui nome deriva da caiman, che nella lingua caraibica indica il coccodrillo marino, anche questa una specie molto diffusa nella zona.
Oggi le tre isole sono meglio conosciute come: Grand Cayman, Little Cayman e Cayman Brac. Ma le isole sono state conosciute anche con un altro nome: “Ligartos”, che significa lucertole, probabilmente perché l’arcipelago è popolato anche da numerose iguane. Le isole sono comparse con il nome Ligartos verso il 1523, sia in una mappa torinese sia nelle carte nautiche del cartografo portoghese Diogo Riberio.

Oggi le Isole Cayman sono considerate un paradiso fiscale, dove esiste l’esenzione dalle imposte. L’economia vive di turismo, tra spiagge bianche e mare meraviglioso. Ma le isole hanno conservato il tradizionale legame con le tartarughe, infatti, esistono molti luoghi di allevamento, come la famosa Stingray City, nell’isola Grand Cayman.

Roma, 10 maggio


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here