La rivolta del ghetto di Varsavia termina il 16 maggio 1943


La rivolta del ghetto di Varsavia è stata l’insurrezione ebraica più dura contro le autorità occupanti della Germania durante la Seconda guerra mondiale. La rivolta principale è iniziata il 19 aprile 1943 ed è terminata il 16 maggio dello stesso anno. La resistenza armata organizzata ha rappresentato la più vigorosa forma di opposizione attuata dagli Ebrei contro le politiche naziste, nell’Europa occupata dai Tedeschi.

La prima insurrezione ha luogo il 18 gennaio 1943, quando i tedeschi iniziano la seconda ondata di deportazione di 24mila ebrei ordinato da Himmler, comandante delle SS. L’insurrezione ha un successo dato che l’ordine impartito non viene eseguito: sono solo 650 gli ebrei deportati. Himmler, in risposta alla resistenza inaspettata, ordina a Krüger, comandante delle SS e della polizia, di distruggere il ghetto di Varsavia “dopo aver trasferito da là il campo di concentramento”.

Secondo l’ordine era anche necessario salvaguardare le installazioni produttive del ghetto, che insieme agli operai considerati utili, sarebbero stati trasferiti in altri ghetti. Tra febbraio e marzo si cerca di far uscire i lavoratori dal ghetto, ma le pressioni non hanno successo. Nel ghetto, gli abitanti si preparano a dare inizio alla battaglia: vengono scavati migliaia di bunker sotto le case, anche collegati tra loro tramite le condotte di scarico; altri invece hanno collegamenti con tunnel che conducono al di fuori del ghetto, in zone sicure della città.

La battaglia inizia il 19 aprile 1943: da un lato gli abitanti del ghetto,che lanciano granate dai palazzi, dall’altro lato i tedeschi con 2.054 soldati, che rispondono a forza di cannonate, incendiando le case. Proprio gli incendi causano la carenza di ossigeno all’interno dei bunker, diventati trappole mortali. La resistenza più forte termina il 23 aprile e la rivolta viene considerata archiviata il 16 maggio, quando Stroop, comandante tedesco, fa radere al suolo la Sinagoga grande di Varsavia.

Roma, 16 maggio


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here