Sony: la nascita di una grande azienda in quel lontano 1946


Il 7 maggio 1946 nacque una grande azienda giapponese, oggi nota come la Sony. All’inizio il nome scelto fu Tokyo Tsushin Kogyo K.K., fondata dall’ingegnere Masaru Ibuka e dal fisico Akio Morita. L’azienda allora contava appena 20 dipendenti, oggi è un colosso che tocca ogni settore dell’elettronica e non solo.

Televisori, videoregistratori, DVD, mp3, CD, videocamere, fotocamere digitali, mixer, personal computer, monitor. Un mercato sconfinato in cui Sony oggi è sempre tra le prime aziende affidabili. Ricordiamo anche l’invenzione del walkman e della Play Station, che rivoluzionò il mondo dei videogiochi con i suoi CD. Sony possiede anche le prestigiosa casa musicale Sony Music, la casa cinematografica Columbia Pictures, ed è presente nel mercato televisivo con la Sony Pictures Entertainment.

Ma quando il suo nome diventò Sony? Nel 1958, dopo una lunga ricerca e varie idee. Si cercò un nome che non esistesse nel Mondo, ma nello stesso tempo pronunciabile per tutti. Si pensò all’inizio di utilizzare l’acronimo TTK, ma poteva essere confuso con la compagnia ferroviaria Tokyo Kyuko, conosciuta come TKK. Sony nacque tra l’incrocio di diverse parole in varie lingue: dal latino “sonus”, dall’inglese “sunny”, dal giapponese “sonny boys”, che indica i giovani brillanti. Il risultato finale fu Sony, anche se qualche perplessità l’aveva lasciata per via dell’assonanza soh-nee, che in giapponese significa: gli affari vanno male. Non è stato così, quell’azienda che allora contava 20 dipendenti, oggi è conosciuta in tutto il Mondo.

Roma, 7 maggio


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here