Buona la prima per la Costa D’Avorio: ma che fatica!


La Costa D’Avorio vince 2-1 contro un buon Giappone e anche un po’ sfortunato. Il Giappone parte fortissimo, facendo girare velocemente la palla e giocando su tutta la larghezza del campo,indifferentemente al centro e sulle fasce, e infatti il gol non si fa attendere molto, perché al 16′ Honda mette a segno un bel tiro di sinistro sul sette, all’interno dell’area di rigore su cui Barry può solo guardare. Gli ivoriani sembrano accusare il colpo e soprattutto non riescono a trovare le contromosse giuste, praticamente sono spiazzati dal gioco veloce e corto dei giapponesi che sfruttano al massimo la loro dinamicità (anche per far fronte alla ben più potenza degli orange ivoriani), ma resistono ai continui attacchi dei giocatori del sol levante, soprattutto da quelli di Honda, che fa ciò che vuole in tutte le zone d’attacco, senza dare punti di riferimento ai difensori avversari; ma finisce col risultato di 1-0 il primo tempo. Nel secondo tempo la musica cambia e stavolta sono gli ivoriani a impadronirsi del campo per tutta la frazione di gioco, macinando gioco e sfruttando la loro maggior potenza. Infatti dopo alcune azioni pericolose di Drogba e Kalou, arriva il gol del pareggio con Bony, un colpo di testa in tuffo; passano due minuti e Gervinho, sempre su colpo di testa, segna la rete del vantaggio. Gli ivoriani non si placano e continuano a pressare con Drogba che ha, prima su punizione e poi su un tiro esploso dentro l’area di rigore, la palla del 3-1. Finisce qui la partita.

Roma, 15 giugno

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here