Fugge a bordo di una canoa dopo aver aggredito l’ex in spiaggia

Un 40enne dopo aver aggredito l’ex compagna in spiaggia fugge a bordo di una canoa. È accaduto ieri pomeriggio in uno stabilimento balneare sul lungomare Caio Duilio ad Ostia. Erano da poco passate le 16 quando la vittima, che stava passando il pomeriggio al mare, si è vista spuntare alle spalle l’ex fidanzato.

L’uomo, visibilmente agitato ha preteso di vedere il figlioletto, nato dalla precedente unione. Dopo avergli detto che il piccolo si trovava in piscina con i suoi amichetti, la donna gli si è avvicinata perché intimorita che potesse fargli del male. A questo punto, l’uomo, senza alcuna esitazione l’ha colpita con un forte pugno al torace facendola cadere a terra.

Alcuni bagnanti si sono avvicinati per evitare il peggio, ma quando l’aggressore ha capito di averla fatta grossa, si è diretto verso il mare ed è fuggito a bordo di una canoa. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno raccolto le prime testimonianze. La donna, invece, è stata trasportata in ospedale, dove è stata riscontrata affetta da una forte contusione al torace e se la caverà con 21 giorni di riposo e cure mediche.

Nel frattempo, l’aggressore si è allontanato verso sud a bordo del natante; dopo circa 20 minuti, pensando di passare inosservato si è diretto verso riva dove è stato bloccato e arrestato dai carabinieri che avevano seguito i suoi spostamenti dalla spiaggia. Dai primi accertamenti è emerso che l’uomo, già in passato si era reso responsabile di episodi violenti nei confronti della propria ex, fatti che erano stati regolarmente denunciati alle forze dell’ordine di Ostia. L’uomo è stato portato nel carcere romano di Regina Coeli dove sarà interrogato nelle prossime ore.

Roma, 3 giugno


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here