I Guantoni Rosa insieme a Salvamamme per “Provaci con me!”, lo spot contro la violenza


La solidarietà ha molti volti ed oggi si è addirittura infilata i guantoni per la sfida più emergente: quella della violenza contro le donne. La violenza alle donne uccide più del cancro. A sottolinearlo è stato il Presidente dell’Accademia Italiana di Scienze Forensi Luciano Garofano in occasione del Convegno “Valigia di Salvataggio”, moderato dalle giornaliste Rai Isabella Di Chio e Rossella Alimenti, finalizzato alla presentazione del progetto di aiuto concreto alle donne vittime di violenza e di stalking promosso da Salvamamme Onlus e patrocinato dalla Camera dei Deputati, dal Senato della Repubblica, da Roma Capitale, dal CONI, da ALTAROMA, da ANCI Lazio con il sostegno dell’AICS e del suo presidente, l’On. Bruno Molea. Una valigia preziosa che altro non è che un kit di sopravvivenza per tutte le donne che fuggono da casa contenente: un guardaroba di prima necessità, prodotti igienici, una nuova sim per il telefono, un rifugio provvisorio e tranquillo, consigli legali e supporto psicologico offerti gratuitamente e un numero verde.

“La nostra speranza – ha commentato il Presidente di Salvamamme Grazia Passeri – è che queste donne possano trovare sia la forza per denunciare il loro aggressore che le chiavi per una vita nuova”. La situazione normativa di oggi, però, non aiuta come ha giustamente sottolineato il Presidente Onorario di Salvamamme Barbara De Rossi: “Nonostante le modifiche apportate ad agosto 2013 dalla legge sullo stalking, le donne non sono tutelate. Ritengo che ci sia bisogno di grande attenzione e di maggiore supporto con la creazione di centri anti-violenza. La valigia è un aiuto concreto alle donne che decidono di abbandonare una situazione drammatica ed i guantoni sono un segno di lotta, la volontà di ritrovare la forza per combattere”.

Questo è lo spirito con il quale la Federazione Pugilistica italiana, impegnata da sempre nel sociale, ha dato vita allo spot “Provaci con me!” realizzato per Salvamamme con la collaborazione di Factotum Art e del suo Presidente Antonio Giampaolo. Un messaggio di speranza a tutte le donne vittime di violenza, per motivarle all’azione, alla voglia di riscattare la propria dignità a pugni chiusi. Un progetto che va a consolidare nuovamente il rapporto tra la Federazione e Salvamamme iniziato nel 2004 con il Calendario delle Donne 2005. Dallo slogan “Uscire dagli angoli si può” a “Provaci con me”: dalla consapevolezza di potersi rialzare dopo una sconfitta alla sicurezza acquisita match dopo match.

“Sono orgoglioso di essere qui e di poter collaborare ancora con Grazia Passeri – ha dichiarato il Presidente Brasca –; la boxe, contrariamente a quanto si possa pensare, è piena di contenuti valoriali spendibili anche in questa sede. Siamo parte integrante di tante Associazioni di volontariato e oggi più che mai sono emerse tre grandi risposte: solidaristica, la valigia, legislativa e la compartecipazione della città per proteggere le donne dalla solitudine. La Federazione vuole essere un pezzetto di questa città mettendo in gioco i valori che la contraddistinguono: il coraggio, il rispetto e la lealtà. Valori che si rispecchiano anche nel rapporto tra uomo e donna all’interno del nostro mondo. Le centinaia di ragazze che frequentano le nostre palestre, ad oggi quasi ottocento, non hanno mai subito alcun sopruso. Siamo dunque pronti ad essere promotori di una nuova cultura, soprattutto di quella della prevenzione, fondamentale per migliorare la vita”.

Un invito a mettere KO la violenza attraverso i valori dello sport e la collaborazione di noti personaggi federali come Antonella Rossi, che insieme al suo staff della Boxe in Action si è messa a disposizione per offrire in forma gratuita la sua esperienza e professionalità per i futuri progetti di Salvamamme. A fare la differenza nella boxe è la capacità di dare vita ad azioni sinergiche e valoriali messa in luce dal Vicepresidente Federale Borghino: “Nell’ambito della comunicazione sociale abbiamo ottenuto ottimi risultati, avendo all’attivo ben sei Social Partner come l’Osservatorio Nazionale Bullismo e Doping e Donna e Politiche Familiari Onlus presenti oggi. Abbiamo creato una rete solidale attraverso campagne virali come #iocimettolafaccia. Oggi sono qui a presentarvi la campagna #provaciconme che è molto di più di un semplice strumento di comunicazione ma la rappresentazione del nostro modus operandi, dell’investimento, fatto in prima persona da atleti e tecnici federali, che vogliamo fare sul futuro dei nostri figli. Si parla tanto dei valori formativi dello sport ma pochi li mettono in pratica. Noi lo facciamo”.

Il nuovo contenitore federale permetterà a tutte le donne e non solo di esprimere il loro messaggio di forza e sfidare con un selfie o un semplice post la violenza. Come nello spot, che racconta la storia di una donna comune che trasforma la rabbia in coraggio, la negatività di un colpo subito nell’affermazione della propria identità. Questa donna è interpretata dal Capitano della Nazionale Azzurra e vicecampionessa mondiale Terry Gordini, presente oggi insieme alla medaglia di bronzo europea Alessia Mesiano. Alla provocazione di Terry,“Adesso provaci con me”, dirette dal regista Domenico De Feudis, hanno risposto con grande generosità le testimonial Fioretta Mari, voce narrante e capofila del coraggio, Veronica Maya, Paola Ferrari, Portavoce dell’Osservatorio Nazionale Bullismo e Doping, Linda d, cantautrice e madrina del Campionato Italiano Femminile a Squadre, Katia Pacelli, Direttore di Salvamamme, e Patrizia Spagnoli dell’AICS. Come le altre atlete della Nazionale Italiana Femminile di Pugilato Valeria Calabrese, Marzia Verrecchia, Romina Marenda, Valentina Alberti, Francesca Amato, Flavia Severin, medaglia d’argento agli ultimi Campionati Europei Femminili, e la giovanissima Irma Testa.

Roma, 26 giugno

1 COMMENTO

  1. I Guantoni Rosa insieme a Salvamamme per “Provaci con me!”, lo spot contro la violenza | ITMTelevision

    […] post I Guantoni Rosa insieme a Salvamamme per “Provaci con me!”, lo spot contro la violenza appartiene a […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here