Italia, battiamo la Costarica e poi facciamo i conti


Prima di tutto battere il Costarica. Quasi scontato che dopo la prova sfolgorante contro l’Inghilterra il diktat sia “prendiamoci altri tre punti”, così come dire che ad un Mondiale sia importante vincere. Ma la vittoria non assicurerà però il passaporto per raggiungere gli ottavi di finale con 90 minuti di anticipo. Il secondo successo consecutivo, infatti, porterebbe l’Italia in testa a quota 6 punti, ma la vittoria dell’Uruguay con l’Inghilterra di ieri sera complica leggermente il cammino alla truppa di Prandelli.

L’Uruguay ha infatti vinto 2-1, e quindi all’Italia il successo contro il Costarica non garantirebbe ancora il passaggio del turno, pur lasciando comunque altissime probabilità di qualificazione: gli azzurri, infatti, correrebbero il rischio di tornare a casa nella terza gara del girone solo in caso di ko contro Cavani e Suarez, con contestuale vittoria del Costarica sull’Inghilterra: con questo scenario si ritroverebbero tre squadre a sei punti e a decidere le due qualificate sarebbe la differenza reti nel girone, poi il numero di gol fatti, infine la differenza reti nei confronti diretti. Impossibile, oggi, immaginare chi la spunterebbe: ma la sorte potrebbe essere generosa abbastanza da non porre il problema in futuro. Intanto, però, bisogna vincere.
Se perdere venerdì avrebbe la naturale conseguenza di far ripiombare l’Italia nell’ incertezza, annullando il vantaggio sin qui acquisito, anche pareggiare lascerebbe aperti ancora grandissimi margini per la qualificazione: con due pari nelle prossime partite infatti l’Italia avrebbe la certezza di passare il turno, pur non potendo ovviamente essere certa del primo posto nel girone.

Ma questo è il futuro: ora pensiamo al presente, che si chiama Costarica.

Roma, 20 giugno

1 COMMENTO

  1. […] post Italia, battiamo la Costarica e poi facciamo i conti appartiene a […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here