Lotito promette: “L’anno che verrà sarà quello della svolta”


Lotito ha dichiarato di ritenere incedibile Candreva e di voler creare un gruppo solido e di qualità, ma come spesso avviene, qualche pezzo pregiato potrebbe lasciare Formello, aumentando il malumore dei sostenitori. Sui giornali non si fa che parlare di mercato e in casa Lazio, oltre ai possibili arrivi, tiene banco soprattutto la lista dei possibili partenti. Marchetti accostato per l’intera stagione al Milan e ora più vicino al Napoli e Lulic, che è vicino alla Juventus da mesi. Ma a tenere in apprensione i tifosi è un nome su tutti: Antonio Candreva, diventato il trascinatore dei biancocelesti, che strizza l’occhio al Psg, piace alla Juventus (con cui in passato ha giocato) e ad altre grandi d’Europa. Lui stesso ha detto che la sua avventura alla Lazio la considera fantastica fino a questo momento, ma ovviamente non nega di aver voglia di misurarsi in competizioni come la Champions.

Lotito allora ha deciso di intervenire in prima persona attraverso un comunicato ufficiale sul sito: “Nelle ultime settimane, com’è ormai consueto per quanto riguarda i colori biancocelesti, si è aperto un autentico tiro al bersaglio mediatico verso numerosi giocatori tesserati presso la Società S.S. Lazio. Si tratta di un meccanismo perverso cui gli addetti ai lavori, come il sottoscritto, han fatto l’abitudine, ma ben comprendo il timore dei tifosi che ogni giorno si vedono piazzare sulle prime pagine delle cronache sportive il volto di un campione al quale vengono associate diverse ipotesi di cessione. Ebbene, è nel mio completo interesse mantenere per la nuova stagione una squadra altamente competitiva, che si lanci alla riconquista dell’Europa e si batta con determinazione per un posto in Champions League. Un team storico come la S.S. Lazio merita risultati storici, come quello raggiunto nella finale di Coppa Italia il 26 maggio 2013. La Società dispone di un team manageriale che conosce alla perfezione i valori aggiunti della rosa e opera esclusivamente per il potenziamento e la maggior competitività della squadra. E proprio in quest’ottica, vista la condivisione degli obiettivi fissati e della filosofia di intervento, che abbiamo scelto il nuovo tecnico Stefano Pioli. Posso assicurare i tifosi biancocelesti che quello che verrà sarà l’anno della svolta”.

Roma, 16 giugno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here