Mondiali: De Rossi, niente Uruguay per un problema al polpaccio


Niente sfida con l’Uruguay per Daniele De Rossi. A dirlo il medico della Nazionale, Enrico Castellacci, secondo cui la risonanza magnetica cui si è sottoposto il romanista ha evidenziato un “edema al polpaccio” che rende “altamente improbabile” il suo recupero per martedì.

“Visto il tipo di infortunio – ha infatti chiarito Castellacci – non possiamo dare tempi di recupero precisi”. Ok invece De Sciglio: “Ha recuperato, ci sarà”. Castellacci ha poi parlato del problema caldo: “Noi abbiamo fatto tutto il possibile e l’immaginabile per affrontare il problema caldo: poi il campo è un’altra cosa. Abbiamo detto che è una variante, e probabilmente ci ha penalizzato – ha spiegato – ma non abbiamo perso per quello. Ora è il caso di non enfatizzare più questa situazione. Certamente vedremo di migliorare tutto quello che si può migliorare, ci saranno degli accorgimenti per il recupero. C’è la preparazione e poi ci sono le scelte del numero 1. Ma se pensiamo a tutti gli sforzi scientifici fatti in questi mesi per la preparazione fisica e l’adattamento al caldo, siamo convinti di aver fatto tutto il possibile e l’immaginabile. Poi il campo è un’altra cosa… Rimaniamo dell’idea che più di quello che abbiamo fatto per contenere il condizionamento climatico non era possibile”.

Il caldo è il tema centrale, ma Castellacci afferma: “Con onestà intellettuale che le condizioni non sono quelle estreme che avevamo preventivato: e infatti finora nessuna partita ha avuto i time out”. Insomma una dichiarazione che va contro quanto detto invece dai giocatori e da Prandelli. Un modo giustamente per dire che non ci sono alibi.

Roma, 21 giugno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here