Mondiali, Prandelli: “Con l’Uruguay per la Patria”. E scoppia il caso Cassano


“È la partita più importante della mia carriera, non la posso paragonare a nessuna delle altre vigilie vissute”. Così il ct azzurro Cesare Prandelli parla ai giornalisti a nemmeno un giorno dalla sfida con l’Uruguay. “L’Uruguay ha un senso patriottico che noi non abbiamo: ricordiamoci che siamo l’Italia, giochiamo anche per la Patria”. E parla di “una vigilia particolarmente difficile, è una gara da dentro o fuori. Ma nel momento dei sorteggi avremmo firmato per giocarci la qualificazione alla terza partita. Siamo ancora in gara, dobbiamo avere pensieri positivi”.

Da temere sarà la coppia Cavani-Suarez, che secondo Prandelli è “una delle più forti del torneo. Sono giocatori moderni, bravi ad aggredire gli spazi. Noi dovremo essere bravi a non concedere opportunità”. All’Italia può bastare anche il pari, ma Prandelli non ci pensa: “Abbiamo recuperato energie fisiche, sono convinto che siamo pronti anche a livello nervoso. Siamo convinti che serva la mentalità di cercare la vittoria. Non siamo capaci di giocare per pareggiare la partita. Se dobbiamo subire, dobbiamo anche essere bravi a contrattaccare immediatamente. Dobbiamo scendere in campo per far gol”.

Mentre Oscar Tabarez carica i suoi: “Ho grande rispetto per l’avversario, la sua tradizione, i quattro Mondiali vinti… Insomma, contro l’Italia sarà dura, però modestamente abbiamo delle possibilità anche noi: possiamo vincere, anche perché siamo abituati alle pressioni. Proprio così, rispetto alla partita con l’Inghilterra non cambia nulla. Dovevamo vincere contro la squadra di Hodgson e la stessa cosa dobbiamo fare con quella di Prandelli”.

Intanto però esplode la grana Antonio Cassano. Secondo La Stampa, il numero 10 del Parma si sarebbe lamentato per non aver giocato nemmeno un minuto contro l’Inghilterra. Il tutto alla vigilia della partita con il Costa Rica, ma non solo: Cassano avrebbe lanciato un bicchiere a terra. Ad intervenire poi Gigi Buffon, capitano azzurro, che ha urlato al barese: “Hai stufato”.

Roma, 23 giugno

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here