Pallanuoto A2M: Vis Nova, la “bella” per decidere un posto in A1


Poco più di 24 ore e si saprà chi andrà in A1. Grande attesa in casa Roma Vis Nova e SNC Civitavecchia per una partita, quella di domani alle 18 del PalaEnel “Marco Galli”, che vale una stagione. Dopo l’exploit della Vis di una settimana fa che era riuscita ad espugnare ai rigori la vasca dei rossocelesti in gara 1 (15-14), la SNC ha rimesso tutto in discussione nel secondo atto consumato Mercoledì scorso al Foro Italico (10-8).

Un match point sfumato per i giallorossi di Cristiano Ciocchetti, che però non mollano: “Le partite non si vincono giocando da soli – dice il tecnico – Mercoledì ci siamo disuniti, abbiamo voluto strafare, cercando individualismi che ci hanno solo penalizzato. Mi ero raccomandato sulle scalate di posizione, nel raddoppio sul centro, abbiamo lasciato troppa libertà ai loro migliori elementi nelle zone più pericolose. Per il resto in questa stagione non ricordo di aver giocato una partita uscendo con zero reti su 8 superiorità. Domani scenderemo in vasca più agguerriti che mai”.

Nel giorno della rifinitura al Foro, Lorenzo Briganti analizza la sconfitta in gara 2 della Vis Nova e guarda al big-match di domani: “La delusione è ancora tanta, abbiamo giocato male in tutti i reparti. Dietro abbiamo concesso troppo, coi loro centroboa che hanno ricevuto troppi palloni, in attacco con l’uomo in più abbiamo sbagliato il 100% delle superiorità, bastava realizzarne meno della metà e avremmo portato a casa la vittoria. Sbagli del genere si pagano a caro prezzo a questi livelli, non è ammissibile. Ritengo sia venuto meno qualcosa anche sotto il piano caratteriale, siamo scesi in acqua con meno grinta di Sabato scorso, forse condizionati dalla vittoria in gara 1 e dal fatto che giocavamo in casa. Il fattore psicologico è determinante, e lo sarà soprattutto domani: dovremo scendere in acqua consapevoli dei nostri mezzi e con la giusta determinazione, solo così potremo impensierire il Civitavecchia”.

Difesa della Vis Nova sotto la lente d’ingrandimento, ma Francesco Vitola punta al riscatto decisivo: “Andremo a Civitavecchia con grande voglia di riscattare la brutta prestazione di Mercoledì e provare a vincere. Al PalaEnel quest’anno non siamo mai usciti sconfitti, contiamo un pareggio in campionato e la vittoria di Sabato scorso in gara 1. I numeri di questa stagione poi dicono che facciamo meglio in trasferta che in casa. Mercoledì scorso si sono verificate cose mai capitate durante l’arco dell’ intera stagione: la difesa a uomini pari è una delle nostre migliori qualità e invece abbiamo subito troppi gol, siamo tra le migliori squadre del campionato per percentuale di realizzazione in superiorità numerica e invece abbiamo fatto zero su 8, così come mai ci era successo prima d’ora di prendere ben 3 gol dal centro. Nella fase difensiva ci siamo aiutati molto poco, ci siamo disuniti. Ma domani scenderemo in acqua per rifarci. Fattore campo? Nella pallanuoto non conta, la riprova l’abbiamo avuta anche in questi playoff”.

Roma, 27 giugno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here