Pallanuoto A2M: Vis Nova corsara a Trieste


Grande impresa della Roma Vis Nova in gara 1 di semifinale playoff per l’accesso alla A1. Vittoria in trasferta per 8-6 contro la Pallanuoto Trieste coi parziali di 4-3, 0-1, 1-3 e 1-1. Sul taccuino dei marcatori giallorossi la tripletta di Miskovic, la doppietta dell’ex Pappacena e le reti di Ferraro, Spinelli e Briganti. Partita perfetta quella dei giallorossi, che hanno mantenuto la freddezza in difesa e anche in attacco. E mercoledì prossimo al Foro Italico il bis tra le mura amiche per ottenere il pass per la finale.

La partita del “Bruno Bianchi” scopre un protagonista in meno nella Roma Vis Nova ed uno in più nel sette triestino: il tecnico capitolino Cristiano Ciocchetti è costretto ai box e non siede in panchina (al suo posto Ruffelli) mentre il centroboa alabardato Gabriel Namar, infortunato fino a pochi giorni fa, stringe i denti ed è della partita. Le formazioni si affrontano a viso aperto: Giorgi rompe subito gli indugi per Trieste (1-0), Briganti pareggia i conti per la Vis (1-1) ma il mancino Krizman infila per due volte la porta di Bonito e porta sul +2 il team di Marinelli (3-1). Roma però non molla: i leoni accorciano prima con Spinelli in controfuga (3-2) e poi con Miskovic che dal centro fà 3-3. Ma Krizman è ancora protagonista allo scadere del primo quarto, 4-3 e gli alabardati portano a casa il primo parziale. La Vis riacciuffa nuovamente il pari alla metà del secondo tempo: una bella palomba di Ferraro, 0-1 e 4-4, unica rete prima che le due formazioni si preparino al cambio lato. Per la prima volta nel match la Vis passa in vantaggio con il gol dell’ex: Pappacena fa 0-1 e i leoni si portano sul 5-4. Poco dopo Trieste pareggia i conti con Namar (1-1 e 5-5) ma l’onda d’urto giallorossa irrompe due volte nella porta di Jurisic con Miskovic: il serbo in forza ai capitolini prima buca l’estremo difensore alabardato da zona 5 con l’uomo in più e poi ribadisce dal centro: 1-3 e 5-7. Quarto tempo. Apre ancora la Vis con Pappacena (determinante una deviazione in difesa che disorienta il portiere), 0-1 e 5-8. A 4’45” dal termine Bonito para un rigore a Petronio con un grande intervento e lascia invariato il break in favore dei giallorossi. Trieste insiste, ma riesce a segnare solo con Henriques (1-1), i giallorossi tengono botta, oggi sono davvero irresistibili, e finisce così: 8-6 e palla alla sfida del Foro.

“Siamo riusciti a mantenere il sangue freddo nel momento di maggiore sofferenza quando ci siamo trovati sotto di due reti – dice Daniele Ruffelli a fine gara – Potevamo disunirci invece siamo rimasti concentrati e pian piano con un gol alla volta abbiamo recuperato andando in vantaggio per poi rimanerci fino alla fine, mettendo loro nella condizione di rincorrerci. Siamo stati veramente cinici: nelle pochissime occasioni che ci hanno concesso abbiamo sempre segnato, in difesa abbiamo dimostrato grande carattere senza prendere gol in contropiede e facendo bene anche con l’uomo in meno. A questi livelli se fai bene questi due fondamentali, la partita alla lunga la vinci. Vittoria che tutti noi dedichiamo a Cristiano. Ora guardiamo a mercoledì, perché sarà durissima”. Soddisfatto anche il Presidente giallorosso Marco Ferraro: “Siamo orgogliosi dei nostri ragazzi. Oltre al carattere ed alla determinazione che contraddistingue questa squadra, oggi ho visto una maturità tecnica incredibile. Stiamo dimostrando a pieno diritto di essere in corsa per l’A1”.

PN TRIESTE-ROMA VIS NOVA 6-8 (4-3, 0-1, 1-3, 1-1)

Pallanuoto Trieste: Jurisic, Vitiello, Petronio, Ferreccio, Giorgi 1, Krizman 3, Podgornik, Covi, Namar 1, Berlanga 1, Spadoni, Lagonigro, Giacomini. All. Marinelli
Roma Vis Nova: Bonito, Pappacena 2, Murro, Ferraro 1, Miskovic 3, Briganti 1, Spinelli 1, Innocenzi, Vitola, Manzo, Prori, Cuccovillo. All. Ruffelli.
Arbitri: Barbera e L. Bianco
Note: Nessuno uscito per limite di falli.
Superiorità numeriche: Trieste 0/7 + 1 rig. fallito (parato da Petronio nel quarto tempo), Roma Vis Nova 1/1.
Spettatori: 300 circa.

Roma, 8 giugno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here