Rugby a 13, successo per la due giorni romana di Betsen


Si è conclusa nel pomeriggio di sabato la due-giorni di lezioni a Roma di Serge Betsen, grande ex campione di rugby a XV, che è stato scelto dalla Federazione Italiana Rugby Football League (Firfl) di rugby a XIII per spiegare a tecnici e giocatori di tutta Italia quali possano essere i punti di contatto tra i due codici della palla ovale. Per Betse, oltre alle lezioni teoriche presso la sede federale di via Santa Croce in Gerusalemme, anche quelle pratiche sul campo dell’Appia rugby.

Durante la chiusura nella splendida terrazza dell’hotel Savoy di Roma, Betsen ha approfondito queste considerazioni sottolineando come, soprattutto nella realtà anglosassone, allenatori di rugby a XIII sfruttino molti aspetti del codice League nel rugby a XV: “Pensiamo al gallese Sean Edwards negli Wasps, a Farrell nello staff della nazionale inglese, per continuare all’infinito con tutti i casi nell’esperienza rugbistica australe – dice il campione francese – Io sono testimone di questo avendo giocato sia in Gran Bretagna, che soprattutto in Francia: gli allenatori da cui ho imparato di più, soprattutto sul piano difensivo, sono quelli che provenivano dal mondo League. Vediamo come gli insegnamenti del rugby league portino benefici sia nel gioco di attacco che di difesa: lo sviluppo degli offloads in attacco e, per quel che concerne la difesa, gli accresciuti dettagli del placcaggio e dei meccanismi difensivi in genere”.

Roma, 23 giugno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here