Torneo Beppe Viola, Nuova Tor Tre Teste prima finalista. Battuta la Lodigiani 2-0


Al Superga di Ciampino va in scena il penultimo atto della XXXI edizione del “Torneo Beppe Viola”. Le protagoniste di questo pomeriggio di calcio sono la Lodigiani, la Nuova Tor Tre Teste, l’UrbeTevere e il Frosinone.
La prima delle due semifinali è quella che vede scontrarsi per la terza volta nella stagione, la Lodigiani e la Nuova Tor Tre Teste. Anche questa volta il risultato non cambia: i ragazzi guidati da Buffa battono quelli della Lodigiani con una prestazione questa volta nettamente superiore rispetto a quella degli avversari.
Il primo quarto di gioco è un monologo dei rossoblu: dopo solo due minuti di gioco Trincia, taglia la difesa centrale dei reds, per l’occasione in maglia bianca, e calcia di potenza, ma il palo gli impedisce di trovare il vantaggio. I ragazzi di Rivetta faticano e all’8’ minuto di gioco il solito Trincia prova una semirovesciata che termina alta sopra la traversa di pochi centimetri. Al 15’ è Riccio che impedisce a Ferrini di capitalizzare la chiusura con Tataranno e tiro di sinistro di prima intenzione. Dopo l’avvio in apnea, la formazione di Rivetta prova a reagire e nella seconda parte del primo tempo l’equilibrio torna sul terreno di gioco. I reds si fanno vedere due volte, con Romani al 19′ e con Mazzoli alla mezzora, ma se nel primo caso il diagonale dell’attaccante risulta largo, nel secondo il tiro del centrocampista è troppo centrale e finisce facile nelle mani di Tripicchio. Per la Nuova Tor Tre Teste sembra persistere una maledizione: quasi allo scadere della prima frazione di gioco, Chergia carica ed eplode un tiro da fuori area, Riccio forse sfiora la palla che colpisce la traversa e ricade in campo. Nulla di fatto: con un Buffa incredulo si va negli spogliatoi a reti inviolate. Nella ripresa non cambia lo spartito suonato nel primo tempo: la Tor Tre Teste sfiora il vantaggio al 3′ con Ferrini. Solita azione del n.9, che libera il sinistro e calcia a giro: pallone alto sulla traversa per questione di centimetri. La fortuna non assiste la compagine rossoblu almeno fino al 17′, momento in cui cambia definitivamente il match. Scarpecci si fa 15 metri palla al piede e poi da una distanza di circa 25 metri dalla porta sgancia un tiro di potenza degno di essere considerato un eurogol, che si piazza sotto al sette, proprio dove Riccio non può nulla.
La Lodigiani è troppo sulle gambe e non riesce a reagire, anche nonostante gli sforzi di Rivetta, che le prova davvero tutte, mettendo in campo l’artiglieria pesante: entrano tutti insieme Sandu, Indovino, Romani e Pascarella. Ma non basta. E’ sempre la Tor Tre Teste a provare a chiudere la partita. Al 21′ ci prova Ferrini che salta secco Argenio e conclude, ma Riccio in buona forma fisica, salva tutto in uscita. Il numero uno dei reds si ripete tre minuti dopo su Imperiali, che appena entrato si presenta tutto solo in area e conclude, chiamandolo ad un grande intervento. Ad un minuto dalla fine arriva anche la rete del raddoppio che chiude le storie.Discesa di Di Cosimo, anche lui entrato da poco, tra le ormai larghe maglie difensive della Lodigiani, tiro ad incrociare e questa volta a Riccio non riesce il miracolo.
Epilogo amaro per la Lodigiani che non riesce a conquistare il trofeo dal lontano 1990 pur avendo disputato la finale dell’edizione 2012, vinta dal Futbolclub.
E’ la Nuova Tor Tre Teste a conquistare con merito la finale dopo aver scritto il suo nome nell’albo d’oro del torneo, sia nel 2001 che nel 2006, andando alla ricerca dello storico tris.

Tabellino:

Lodigiani-Nuova Tor Tre Teste 0-2
Arbitro: Spinetti di Albano Laziale; Assistenti: Verolino di Ciampino e Conte di Albano Laziale

Lodigiani: Riccio, Stramenga (dal 1′st Argenio), Vagliviello, Bivona (dal 10′st Cossa), Mazzon, De Santis (dal 20′st Indovino), De Carli (dal 7′st Barbusca), Mazzoli (dal 7′st Fede), Vena (dal 1′s Pascarella), Sandu, Romani
A disposizione: Arsene
Allenatore: Luca Rivetta

Nuova Tor Tre Teste: Tripicchio, Lommi, Falcone (dal 10′st Lamoratta), Palmieri (dal 35′st Fisichella), Fiasca, Chergia, Scarpecci, Tataranno, Ferrini (dal 25′st Di Cosimo), Pompili (dal 4′st Spizzichino), Trincia (dal 18′st Imperiali)
A disposizione: Lorusso, Tucci
Allenatore: Damiano Buffa

Marcatori: 17′st Scarpecci, 34′st Di Cosimo

Note: ammonito Argenio (L)
Minuti di recupero: 1′pt, 3′st

E.A Graziano

Roma, 12 giugno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here