Volley, Monteporzio Sharks: “Grande stagione, ora pensiamo alla questione spazi”


Un sestetto maschile capace di conquistare la B2, una formazione femminile che ha conservato la Prima Divisione, in più tre squadre di Under (12, 13 e 14) che si sono fatte valere. Per i Monteporzio Sharks annata da ricordare, come sottolinea il presidente Dino De Stefanis: “Il bilancio è più che positivo, l’exploit della maschile e dell’Under 12 arrivata a un passo dalle finali, la Prima Divisione che ha disputato una buona stagione e che rinforzeremo in vista del prossimo anno, un’Under 13 che si è battuta bene e lo stesso ha fatto l’Under 14. Anche la formazione Amatori è andata parecchio avanti, insomma di note liete ce ne sono state, e se pensiamo che siamo partiti in ritardo, con alcuni problemi logistici e di organici, non possiamo che essere orgogliosi”.

“Di ricordi belli ce ne sono parecchi, non solo la promozione in B2 col maschile ma anche tante altre partite che abbiamo ripreso per la coda, o quando siamo andati in via dei Fori Imperiali a giocare con i ragazzi del minivolley, quando l’Under 12 ha iniziato a vincere con continuità, la cena di fine anno dove c’è stata una partecipazione straordinaria. Faccio fatica a sceglierne uno. Il momento più difficile l’inizio di stagione, con le tante incertezze legate agli spazi, ma anche il cambio di guida tecnica, col passaggio di consegne tra Orazio Speranza e Fabrizio Candi. Una decisione sofferta, visto che Orazio è stato uno dei pionieri di questo progetto e resta in ogni caso parte integrante della società, ma in quel frangente era probabilmente l’unica scelta possibile. A Fabrizio va dato atto di aver lavorato molto bene negli ultimi due mesi, ha dato tanto in termini di recupero fisico e organizzazione di gioco”.

E anche i tifosi sono in aumento: “Lo dico tranquillamente, c’è gente che ha letteralmente perso la testa per gli Sharks e per quello che gli Sharks rappresentano per MontePorzio Catone e per lo sport in generale. Fa piacere che tante persone, di tutte le età, si siano affezionate a noi e siano diventate parte del nostro mondo, vuol dire che regaliamo emozioni e che stiamo lavorando bene. I nostri tifosi credono in noi, in un futuro ancora insieme e non posso che ringraziarli perché senza il loro sostegno difficilmente saremmo arrivati a questi risultati. Vedere sempre più di 300 persone nel palazzetto in concomitanza con i playoff, ma anche in altre occasioni, è stato bellissimo”

Mentre sul futuro dei Monteporzio Sharks De Stefanis dice: “Prima di tutto occorrerà chiarire definitivamente la questione legata agli spazi. Quest’anno abbiamo vissuto diversi disagi, ma abbiamo sempre avuto la forza di proseguire, di stare uniti, di continuare ad allenarci e a giocare per non disperdere la passione e lo spirito di gruppo. Siamo stati più forti di tutto, ma abbiamo speso energie e risorse che avremmo preferito impiegare da altre parti. Se si chiarirà questo aspetto, puntiamo a migliorare tutto ciò che può essere migliorabile: partiamo dal minivolley, che potrebbe essere esteso gratuitamente anche a chi versa in condizioni di disagio, ad alcuni progetti nelle scuole, alla prima squadra femminile che va rinforzata e alla B2 maschile che va onorata. Noi facciamo sport, non facciamo affari e questa continuerà ad essere sempre la nostra filosofia”.

Roma, 22 giugno

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here